BORSE EUROPA - Indici piatti in tarda mattinata dopo nuovi record

martedì 5 novembre 2013 10:22
 

INDICI                        ORE 10,15   VAR %    CHIUS. 2012
 EUROSTOXX50                     3.053,48   -0,25%      2.635,93
 FTSEUROFIRST300                 1.294,26   +0,05%      1.133,96
 STOXX BANCHE                      190,95   -0,61%        163,19
 STOXX OIL&GAS                     338,62   +0,20%        322,84
 STOXX ASSICURAZIONI               217,74   -0,66%        177,11
 STOXX AUTO                        458,19   -0,62%        351,07
 STOXX TLC                         295,12   -0,25%        225,36
 STOXX TECH                        277,24   -0,17%        229,37
 
    LONDRA, 5 novembre (Reuters) - Le bluechip del vecchio
continente si muovono in tarda mattinata sui livelli della
chiusura precedente dopo aver brevemente toccato il nuovo record
degli ultimi cinque anni per la terza volta da una settimana a
questa parte.
    "Siamo in una situazione di lieve 'ipercomprato' ma la
tendenza al rialzo resta intatta" osserva Petra Kerssenbrock,
analista tecnica Commerzbank.
    A monte della tenuta del mercato la prospettiva di ulteriori
provvedimenti espansivi da parte della Banca centrale europea,
il cui consiglio sui tassi è in agenda dopodomani, unitamente
alle ultime dichiarazioni 'dovish' da parte di diversi esponenti
di Federal Reserve.
    Intorno alle 10,10 l'indice FTSEurofirst 300 risale
di 0,02% e l'Eurostoxx 50 cede 0,26%. Tra le singole
piazze Londra arretra di 0,08%, Parigi di 0,12% 
e Francoforte di 0,09%.
         
    I titoli in evidenza:
    * Debole la svizzera Holcim, primo produttore di
cemento per valore di mercato, il cui titolo cede 1% dopo
l'annuncio che il fatturato 2013 difficilmente raggiungerà
quello dell'anno scorso a causa del detrioramento della domanda
in America settentrionale e latina, in Africa e in Medioriente.
     
    * Arretra di circa mezzo punto percentuale Deutsche Bank
 dopo la notizia di ieri che il co-chief executive
Juergen Fitschen è stato inserito nella lista degli indagati nel
procedimento per il tracollo dell'impero media Kirch.
        
   * Balza di quasi 5% Beierdorf nel giorno della
trimestrale migliore delle attese. Il gruppo ha inoltre rivisto
al rialzo la guidance dopo aver anticipato già ieri sera un
miglioramento delle stime di fatturato e profitti grazie al +7%
delle vendite nei primi nove mesi.
    
   * Recupera circa 2% Marks & Spencer : i tre mesi al 30
settembre scorso hanno fatto registrare il nono trimestre
consecutivo di calo del giro d'affari del settore abbigliamento
compensato in parte dalla tenuta del comparto alimentari.
    
   * Cede oltre 5% Rsa. La compagnia assicurativa ha
detto che una sintesi di condizioni meteorologiche avverse sui
mercati 'core' nel corso del 2013 ha comportato perdite
decisamente superiori alle attese e la previsione di 'roe' per
l'intero esercizio è inferiore a 10%.
    
   * Arretra di quasi 4% Bmw, che prevede un
deterioramento dell'utile operativo nel settore auto a causa
degli elevati costi della nuova tecnologia e della politica di
sconto sui mercati 'core' europei.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia