Borse europee viste contrastate in avvio, focus su minerari

venerdì 1 novembre 2013 08:09
 

LONDRA, 1 novembre (Reuters) - Per le borse europee si profila un'apertura mista: agli investitori giungo segnali contrastanti dalle speculazioni sull'allentamento della politica monetaria da parte della Banca centrale europea e su una possibile riduzione delle misure di stimolo della Federal Reserve prima del previsto.

L'inatteso rallentamento ieri dell'inflazione della zona euro ha innescato le aspettative di una possibile azione della Bce per rilanciare la crescita, mentre la banca centrale Usa mercoledì non è sembrata così preoccupata dello stato di salute dell'economia americana.

"Con due delle maggiori banche centrali che potrebbero andare in direzioni differenti, gli operatori hanno il difficile compito di valutare quale avrà l'impatto maggiore sugli asset a più alto rischio", commenta Jonathan Sudaria, dealer di Capital Spreads.

Gli spreadbetter finanziari si aspettano che il FTSE 100 britannico apra in rialzo di 5-9 punti, fino a +0,1%, il DAX tedesco ceda 9-17 punti (-0,2%) e il CAC 40 francese arretri di 8-9 punti (-0,2%).

Il listino britannico, ricco di titoli minerari, dovrebbe essere sostenuto dal rafforzamento dei prezzi dei metalli dopo i dati di ottobre che hanno mostrato una crescita del settore manifatturiero della Cina - il maggior consumatore di metalli al mondo - al ritmo più veloce degli ultimi 18 mesi.

Ieri l'indice FTSeurofirst 300 ha chiuso in calo dello 0,4%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia