BORSE EUROPA - Indici in denaro, bene auto e finanziari

martedì 10 settembre 2013 10:27
 

INDICI                       ORE 10,15  VAR %  CHIUS. 2012
 EUROSTOXX50                   2.829,50  +1,13      2.635,93
 FTSEUROFIRST300               1.239,04  +0,89      1.133,96
 STOXX BANCHE                    184,95  +1,37        163,19
 STOXX OIL&GAS                   324,57  +0,20        322,84
 STOXX ASSICURAZIONI             203,56  +1,49        177,11
 STOXX AUTO                      438,04  +2,41        351,07
 STOXX TLC                       263,62  +0,29        225,36
 STOXX TECH                      271,33  +1,13        229,37
    
    PARIGI, 10 settembre (Reuters) - Mattinata con il segno
positivo per l'azionario del Vecchio Continente, forte della
brillante chiusura di Tokyo e prima ancora di Wall Street.
    Tra i singoli settori spicca la dinamica particolarmente
positiva dei comparti auto - mentre si apre alla stampa il
Salone di Francoforte - e bancari, mentre più indietro restano
gli energetici su cui pesa la nuova correzione del greggio.
    I mercati traggono profitto dagli spiragli di soluzione
diplomatica della crisi siriana e dalla lettura decisamente
incoraggiante degli ultimi dati macro cinesi su produzione
industriale, vendite al dettaglio e immatricolazioni auto di
agosto.
    La spinta principale viene comunque dal rientro delle più
acute tensioni geopolitiche in Medio Oriente, dopo che ieri sera
Barack Obama ha almeno parzialmente aperto alla mossa a sorpresa
di Mosca, che chiede a Damasco di mettere sotto controllo 
internazionale l'arsenale chimico per poi distruggerlo.
   "Le notizie dalla Siria sono a mio parere sufficienti a
favorire un rally e i dati cinesi sono coerenti rispetto allo
scenario di miglioramento più di recente emerso... il clima
favorisce la fiducia" spiega Ian Williams, strategist di Peel
Hunt. 
   "Si temeva che il rallentamento della congiuntura cinese
potesse essere più acuto ma le statistiche da luglio in poi
sembrano scongiurare un simile rischio" aggiunge.
    Poco dopo le 10 l'indice FTSEurofirst 300 avanza di
1%, mentre l'Euro STOXX 50 risale di 1,2%.
    Tra le singole piazze fa +0,8% Londra, +1,2% Parigi
 e +1,4% Francoforte.
                 
    I titoli in evidenza:
    * Vola Psa Peugeot Citroen, in rialzo di 5% dopo
le stime diffuse ieri sera sulla crescita del mercato cinese,
proiettata l'anno prossimo a circa 7%, a fronte di vendite
europee in rallentamento ma a ritmo graduale.
    
    * Retrocede di circa 1,5% Banco Sabadell, che ha
annunciato ieri un aumento di capitale tra 1,3 e 1,4 miliardi di
euro mirato al rafforzamento dei coefficienti patrimoniali a
fronte dei nuovi requisiti delle autorità di vigilanza.
    
    * Molto bene la britannica Glencore Xstrata, in
rialzo di poco meno di 4%: il gruppo delle commodities prevede
per l'anno prossimo sinergie derivanti da risparmi pari ad
almeno 2 miliardi di sterline, valore ben superiore alla prima
stima di 500 milioni pubblicata in occasione del takeover di
Xstrata.

    * Avanza di quasi 2% il titolo Lloyds, ai massimi
degli ultimi tre anni sulla spinta di scommesse secondo cui
Londra potrebbe iniziare a mettere sul mercato la propria quota
di 39% nella seconda parte del mese di settembre. L'operazione,
dicono fonti vicine al dossier, potrebbe avvenire nei prossimi
7/10 giorni a un prezzo superiore della media di 'buy-in' pari a
73,6 pence.
    
    * In rialzo di 0,6% il titolo Deutsche Telekom e
di 0,5% Orange. L'operatore mobile britannico Ee,
joint-venture delle due società, ha annunciato ieri di aver
sottoscritto fino a un milione di contratti per i servizi 4G
('superfast broadband connection'), risultato migliore
dell'obiettivo per l'anno in corso 
     
    * Bene Societe Generale, con un progresso in area
2,5% dopo l'annuncio di ieri relativo all'innalzamento di circa
0,1 punti percentuale della 'leverage ratio' di luglio e agosto
in base ai parametri di Basilea III.
         
    * Positiva Renault, che avanza di quasi 1% dopo la
nomina di due dirigenti interni all'azienda a sostituzione del
COO Carlos Tavares, che ha rassegnato il mese scorso le proprie
dimissioni cogliendo in contropiede i mercati. 
    In un'intervista a 'Les Echos' il numero uno di Renault e
Nissan Motor Carlos Ghosn vede il mercato globale
dell'auto in espansione di un modesto 1,5% quest'anno per
arrivare a circa 3% il prossimo grazie dal miglioramento delle
immatricolazioni del Vecchio Continente.
         
    * Pesante la francese Eiffage, in calo di circa
4%. La compagnia assicurativa Groupama intende dismettere la
propria quota di 6,9% nella società attiva nel settre delle
costruzioni e delle concessioni.
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia