BORSE EUROPA - Indici deboli dopo mancata azione BoJ su misure stimolo

martedì 11 giugno 2013 10:23
 

INDICI                       ORE 10,20   VAR %  CHIUS. 2012
 EUROSTOXX50                    2.696,67  -0,84      2.635,93
 FTSEUROFIRST300                1.183,20  -0,84      1.133,96
 STOXX BANCHE                     170,45  -0,98        163,19
 STOXX OIL&GAS                    316,17  -0,49        322,84
 STOXX ASSICURAZIONI              189,61  -1,11        177,11
 STOXX AUTO                       388,04  -1,16        351,07
 STOXX TECH                       247,93  -0,25        229,37
    LONDRA, 11 giugno (Reuters) - L'epoca degli stimoli monetari
da parte delle banche centrale sembra volgere al termine e per
questo l'azionario europeo si muove in calo in mattinata. 
    Banca del Giappone nel meeting di stamane, oltre a tenere
invariata la politica monetaria, non ha annunciato alcuna misura
per stimolare l'economia, mentre permangono i timori che la Fed
possa decidere di rientrare dal programma di riacquisto di
titoli di Stato prima del previsto. La stessa Bce la scorsa
settimana ha escluso il bisogno di misure ulteriori di stimolo
per il momento. 
    "La mancata azione del Giappone nella notte serve a chiarire
come i mercati siano altamente dipendenti dalle banche
centrali", commenta Ioan Smith, strategist di Knight Capital. 
    
    I titoli in evidenza: 
    * Legrand, società francese attiva nelle
attrezzature elettriche, cede il 3,22% dopo che l'azionista
Wendel ha annunciato che venderà il suo 5,4% sul
mercato. 
    * Takkt, gruppo tedesco specializzato nel
commercio B2B, cede oltre il 10% dopo che l'azionista Haniel ha
annunciato che ridurrà la propria quota al 50,01% da circa il
70% attuale. 
    * Rheinmetall balza del 3,73% dopo la promozione a
'overweight' da 'neutral' da parte di Hsbc. 
    * Infineon guadagna quasi il 2% dopo che la
rivale americana Texas Instruments ha ristretto il range di
attese sui ricavi dell'attuale trimestre grazie alla crescita
degli ordini di semiconduttori. 
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia