BORSE EUROPA - Indici fiacchi dopo dati Cina, pesa settore minerario

lunedì 10 giugno 2013 10:42
 

INDICI                       ORE 10,20   VAR %  CHIUS. 2012
 EUROSTOXX50                  2.692,76    -0,87  2.635,93
 FTSEUROFIRST300              1.194,25    +0,00  1.133,96
 STOXX BANCHE                 174,33      +0,33  163,19
 STOXX OIL&GAS                317,05      -0,11  322,84
 STOXX ASSICURAZIONI          192,60      +0,08  177,11
 STOXX AUTO                   392,31      +0,28  351,07
 STOXX TECH                   248,37      +0,43  229,37
    LONDRA, 10 giugno (Reuters) - Le borse europee sono fiacche
in mattinata appesantite dai titoli minerari che risentono dei
deboli dati macro della Cina, il principale consumatore al mondo
di prodotti di base.
     Secondo gli ultimi aggiornamenti le importazioni cinesi a
maggio sono scese dello 0,3% contro attese per una crescita del
6% con volumi dei principali metalli, tra cui rame e alluminio,
in calo a tassi a doppia cifra.
   L'inattesa debolezza degli indicatori dell'attività
commerciale della Cina ha attirato le attenzioni del mercato sui
rischi che la crescita cinese possa rallentare ulteriormente nel
secondo trimestre aumentando le pressioni sul settore mineraro 
e sulle sue prospettive.
    L'indice Stoxx europeo del settore minerario cede
l'1,64%. 
    Intorno alle 10,20 l'indice FTSEurofirst è poco
mosso dopo il deciso rally di venerdì quando il mercato è salito
sulla spinta dei dati sull'occupazione Usa che hanno rassicurato
gli investitori che gli stimoli monetari da parte della Fed non
saranno allentati a breve.
    Tra le singole borse continentali Francoforte è
positiva e avanza dello 0,7%, mentre Parigi e Londra
 cedono rispettivamente lo 0,1% e lo 0,07%..
    
    I titoli in evidenza:
    * DEUTSCHE TELEKOM sale dell'1,6% dopo che la
compagnia ha annunciato che gli azionisti che posseggono
complessivamente il 38% del capitale hanno optato per avere il
dividendo 2012 in azioni e non in contanti.
    Venerdì fonti vicine alla vicenda hanno riferito che la
giapponese SoftBank è in trattative per un possibile
accordo per acquisire la società Usa T-Mobile, di cui
Deutsche Telekom possiede il 74%. 
    * L'utility britannica SEVERN TRENT perde oltre il
5% sui timori che il consorzio, di cui fa parte anche un fondo
sovrano del Kuwait, possa ritirare le propria offerta se la
società non si impegna a portare avanti le trattative sul deal. 
  
    * La norvegese Fred Olsen Production balza del 4%
dopo che il gruppo della Malaysia Yinson Holdings Berhad
 ha annunciato un'offerta a 9,40 corone per azione
    
    
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia