Borse europee viste deboli in apertura

martedì 13 novembre 2012 08:08
 

LONDRA, 13 novembre (Reuters) - Per l'azionario europeo si profila la quinta seduta consecutiva di ribasso, con gli investitori che restano tendenzialmente prudenti e guardano con timore alle evoluzioni sul 'fiscal cliff' Usa e sulla crisi greca.

Sui settori mineraio ed energetico pesa la correzione dei corsi metalliferi e petroliferi legata ai timori circa la tenuta della domanda globale. In calo tra 0,5% e e 1,2% le quotazioni di rame, nickel e greggio, che temono la prima economia mondiale possa tornare in recessione in caso di mancato accordo sul bilancio.

Il Congresso Usa ha sette settimane per arrivare a un'intesa sul 'fiscal cliff' per evitare che scattino 600 miliardi di aumenti sulle imposte e tagli alla spesa.

Sul fronte europeo, Atene ha ottenuto dai creditori internazionali non un aumento degli aiuti finanziari ma una dilazione di due anni per la messa a punto delle riforme.

Secondo gli spreadbetters finanziari, l'indice FTSE 100 aprirà in calo di 16-17 punti (0,3%), il DAX tedesco esordirà con un ribasso di 27 punti (0,4%) e il CAC 40 francese in caduta di 13-14 punti (0,4%).

L'indice FTSEurofirst 300 ha perso ieri 0,2% a 1.095,44 punti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia