Borse Europa viste contrastate in avvio, occhi alla Grecia

giovedì 10 maggio 2012 07:55
 

PARIGI, 10 maggio (Reuters) - Per le borse europee si prospetta un avvio contrastato con una pausa dai ribassi, in atto quasi ininterrottamente da dieci giorni, che potrebbe però rivelarsi di corto respiro. Gli investitori si preoccupano infatti dello stallo politico in Grecia mentre i dati relativi alla bilancia commerciale cinesi sollevano dubbi sull'economia del paese.

Gli spreadbetter finanziari si aspettano che il FTSE 100 britannico in apertura segni tra un calo di 5 punti a un rialzo di 3, il DAX tedesco salga di 6-18 punti (fino a +0,3%) e il CAC-40 francese ceda 6-12 punti (-0,4%).

Il leader greco di sinistra Alexis Tsipras ieri ha rinunciato al tentativo di formare un nuovo governo, portando il paese più vicino a nuove elezioni, le seconde in poche settimane, e spingendo gli impazienti governi europei a ritirare parte dell'ultima tranche di aiuti in pagamento oggi.

Il leader socialista Evangelos Venizelos farà un ultimo tentativo di formare un governo ma le chance che riesca a trovare un accordo, dopo che conservatori e sinistra hanno fallito, sono scarse.

A preoccupare i mercati anche i dati dalla Cina che mostrano per il mese scorso un inatteso stallo della crescita delle importazioni ed esportazioni più deboli delle attese.

Ieri le borsa europee hanno toccato un minimo di quattro mesi sulla crescente incertezza politica in Grecia e sui timori per il sistema finanziario spagnolo. Il benchmark FTSEurofirst 300 ha chiuso in calo dello 0,3%.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia