BORSE EUROPA - Indici fermi a ridosso massimi otto mesi

giovedì 15 marzo 2012 10:47
 

INDICI                       ORE 10,45   VAR %  CHIUS. 2011
 EUROSTOXX50                  2.586,46    +0,45  2.316,55
 FTSEUROFIRST300              1.099,86    +0,14  1.001,39
 STOXX BANCHE                 158,47      +0,17  132,54
 STOXX OIL&GAS                361,85      -0,49  337,35
 STOXX ASSICURAZIONI          161,55      +0,72  133,25
 STOXX AUTO                   355,35      +0,20  259,04
 STOXX TECH                   216,83      +0,50  188,27
 	
    LONDRA, 15 marzo (Reuters) - Si stabilizzano dopo la corsa
più recente gli indici di borsa del vecchio continente,
fermandosi a ridosso del record degli ultimi otto mesi.	
    Prima di spingere nuovamente al rialzo i corsi delle borse,
avvertono gli operatori, gli investitori attendono ulteriori
rassicurazioni sul miglioramento dello stato di salute
dell'economia globale.	
    Toccato ieri i il massimo da luglio scorso, dopo una
partenza in negativo l'indice FTSE 300 delle bluechip europee
 si riporta poco prima delle 10,30 sostanzialmente in
parità.	
    Tra le singole piazze Francoforte fa +0,42%, Parigi
 +0,32% e Londra d+0,02%.	
    "Potremmo spingerci ulteriormente al rialzo in vista del
fine settimana; il momento è positivo e se i dati macro Usa
risultassero migliori delle attese il mercato potrebbe trovare 
nuovo slancio" osserva lo strategist Saxo Bank Peter Granry,
secondo cui la fase attuale resta dedicata al consolidamento.	
    Nel brevissimo termine, spunti direzionali potrebbero
arrivare nel primo pomeriggio dalle statistiche settimanali
sulle nuove richieste di sussidi di disoccupazione.	
   Le banche europee guadagnano il 2% circa, mentre
l'indice FTSEurofirst 300 sale dello 0,7%. Tra i
singoli listini, 	
     	
    I titoli in evidenza:	
    * Leggerro recupero per gli automobilistici, con l'indice di
settore a +0,2% dopo i dati Acea relativi alle
immatricolazioni europee di febbraio, che mostrano una flessione
di 9,2% su anno e 8% su mese a dispetto del giorno relativo un
più rispetto al 2011.	
    	
    * FRANCE TELECOM cede 0,1%. Il gruppo, scrive il
quotidiano 'Parkiet', sta valutando la possibile cessione delle
operazioni di linea fissa della controllata polacca TPSA
 per concentrarsi sul business della telefonia mobile.	
      	
    * Risalgono di oltre 2% AXA e quasi 5% AEGON
. Secondo quanto riferito a Reuters da due fonti vicine
all'operazione, insieme alla giapponese Sompo Japan Insurance le
due compagnie sarebbero interessate a rilevare Finans Emeklilik,
ramo assicurativo della turca Finansbank in
portafoglio a National Bank of Greece.	
    	
    * PERNOD RICARD e GROUPE BRUXELLES LAMBERT
 fanno rispettivamente -2,5% e +1,7%. La holding belga
GBL ha annunciato ieri che intende dismettere fino a 6,2 milioni
di azioni, pari a 2,3% del gruppo francese.	
      	
   * Balza di circa 5% ZODIAC. La società aerospaziale
ha confermato ieri l'obiettivo sul fatturato dell'anno fiscale
2011-2012 dopo un incremento delle vendite pari a 19,6% nel
primo semestre.	
      	
    * UBS viaggia in rialzo di circa 0,5%. La banca
d'affari ha ottenuto in alcuni paesi immunità condizionale in
cambio della collaborazione nelle indagini internazionali sulla
possibilità che molte banche d'investimento abbiano manipolato
il tasso Libor. 	
    	
    * Cede oltre 1% TESCO. A due mesi dal 'profit
warning' sui risultati, il terzo gruppo mondiale della grande
distribuzione ha annunciato l'uscita di scena del responsabile
per le attività britanniche Richard Brasher.         	
               	
    * TELIASONERA corregge di circa 1%. L'AD del
gruppo svedese delle tlc ha detto ieri che la società è
interessata ad acquisizioni dopo le recenti voci che la
vedrebbero mirare alle operazioni danesi della concorrente '3'	
      	
    (Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02
66129854, Reuters messaging:
alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)	
    	
    Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia