Borse Europa viste deboli in avvio, occhi a Grecia e Cina

lunedì 5 marzo 2012 07:56
 

LONDRA, 5 marzo (Reuters) - Per le borse europee si profila un avvio di seduta in moderato calo sulla scia delle perdite accusate venerdì da Wall Street e stamattina dai mercati asiatici; il sentiment è penalizzato dalla notizia che la Cina ha annunciato il target di crescita annuale più basso degli ultimi otto anni e dall'incertezza che circonda il salvataggio della Grecia.

Gli spreadbetter finanziari si aspettano che il Ftse 100 britannico apra in calo tra 10 e 17 punti (-0,3%), il Dax tedesco perda 11-21 punti (-0,3%) e il Cac-40 francese arretri di 6-9 punti (-0,3%).

Il premier cinese Wen Jiabao ha tagliato l'obiettivo di crescita del paese per il 2012 al 7,5% per dare all'economia più spazio di rallentamento, se necessario.

L'attenzione sarà anche rivolta alla Grecia che si trova ad affrontare una scadenza per completare uno swap del debito con i creditori privati, la cui chiusura è prevista l'8 marzo, prima che venga pagato un secondo pacchetto di aiuti. C'è incertezza sulla partecipazione che Atene registrerà per lo swap dei bond e un eventuale mancato accordo porterà il paese nuovamente sull'orlo di un default disordinato.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia