BORSE EUROPA - Indici in netto calo dopo commenti Trichet

giovedì 5 marzo 2009 16:46
 

                                indici              chiusura
                              alle 16,35    var%      2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   1.670,60     -1,99    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        680,06     -2,32      831,97
DJ Stoxx banche           97,10     -5,60      149,51
DJ Stoxx oil&gas         239,77     -2,81      264,50
DJ Stoxx tech            134,42     -1,18      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 5 marzo (Reuters) - Le borse europee proseguono
deboli, poco sopra i minimi toccati dopo i commenti del
presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, sulla debolezza
dell'economia della zona euro per l'intero 2009.
 Attorno alle 16,35 italiane, l'indice FTSEurofirst 300
.FTEU3 scende del 2,2% circa, mentre, tra i singoli listini,
l'inglese Ftse 100 .FTSE arretra del 2,15%, il tedesco Dax
.GDAXI del 2,92% e il francese Cac 40 .FCHI del 2,36%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Cadono i titoli finanziari. Il paniere delle banche
 lascia sul terreno quasi cinque punti percentuali. A
pesare continuano a essere le esposizioni ai mercati emergenti
dell'Europa centro-orientale. Fra gli altri titoli, DEXIA
(DEXI.BR: Quotazione) crolla di oltre il 16%.
 * Precipitano le assicurazioni: lo stoxx  arretra di
quasi il 9%, con la britannica AVIVA (AV.L: Quotazione) che lascia sul
parterre il 30% sui timori, riferiti dagli analisti, sulla
solidità finanziaria.
 * Male le società legate alle materie prime: il paniere
 arretra del 5% circa. SALZGITTER (SZGG.DE: Quotazione) perde oltre
il 12% sulla scia di risultati 2008 sotto le attese, con utili
prima della tasse a 1 miliardo di euro. XSTRATA STA.L scende
di oltre il 7% dopo che Credit Suisse e Merrill Lynch ne hanno
tagliato il target price.
 * Nella giornata in cui è emerso che i revisori contabili
considerano possibile il fallimento di General Motors, l'indice
del comparto automotive  limita il calo a meno del 2%, ma
soltanto grazie a VOLKSWAGEN (VOWG.DE: Quotazione): la casa tedesca viene
indicata da uno studio di Merrill Lynch come una delle meglio
posizionate per sfruttare la lenta ripresa che comincerà da fine
anno.
 * In lettera un comparto tipicamente ciclico come quello
delle costruzioni . L'olandese ROYAL BAM GROEP (BAMN.AS: Quotazione)
lascia sul terreno oltre 20% dopo aver comunicato risultati 2008
inferiori alle attese, tagliato il dividendo e ridotto le
previsioni su quest'anno.
 * Si difendono i settori anticiclici, in particolare il
food&beverage , con il produttore di birra ANHEUSER-BUSCH
INBEV INTB.BR in rialzo di oltre il 4% sui conti del quarto
trimestre, superiori alle attese, e sul miglioramento delle
stime sulle sinergie legate all'acquisto dell'americana
Anheuser-Busch.
 * Ancora meglio le società farmaceutiche : il paniere
è spinto dalla corsa, +4% circa, di ROCHE HOLDING ROG.VX,
sulla scommessa che l'offerta d'acquisto ostile su Genentech
DNA.N andrà in porto.
 * Salgono anche le utilities . Il colosso energetico
GDF SUEZ GSZ.PA balza di oltre il 4% dopo i risultati 2008.
 * Pesante il paniere che comprende le compagnie aeree
, con DEUTSCHE LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione) in calo di quasi
cinque punti percentuali sulla possibilità di un taglio del
dividendo 2008, indiscrezioni riportata dal quotidiano
finanziario tedesco Boersen-Zeitung.