BORSE EUROPA - Indici recuperano perdite su rialzo Wall Street

venerdì 25 luglio 2008 16:20
 

                               indici              chiusura
                           alle 16,10     var%         2007
---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.346,30     -0,25     3.711,03
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.168,77     -0,17     1.314,42
 DJ Stoxx banche          298,47     -1,41       337,67
 DJ Stoxx oil&gas         366,91     +1,12       435,73
 DJ stoxx tech            233,47     +1,21       249,25
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 25 luglio (Reuters) - Le piazze europee hanno
ridotto le loro perdite e si avvicinano alla parità dopo
l'apertura di Wall Street, in rialzo dopo la diffusione dei dati
sui beni durevoli Usa che hanno registrato a giugno un
incremento dei nuovi ordini dello 0,8% su mese a fronte di un
consensus che prevedeva una flessione dello 0,3%.
 Gli assicurativi  perdono circa il 4%, trascinati in
negativo dai profit warning di MUNICH RE (MUVGn.DE: Quotazione) e HANNOVER
RE (HNRGn.DE: Quotazione) e dai downgrade e dai tagli dei target price da
parte di Deutsche Bank a numerose società del settore.
 Il settore bancario , che scende dell'1,15%, riduce
le proprie perdite ma continua a scontare le perdite di UBS
UBSN.VX.
 Il settore farmaceutico  viaggia in territorio
positivo in rialzo dell'1,63% grazie a BAYER BAYG.DE.
 Intorno alle 16,10, tra le principali piazze finanziarie,
Londra .FTSE perde lo 0,22%, Il Dax di Francoforte .GDAXI è
piatto mentre Parigi .FCHI sale dello 0,53%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Dopo il profit warning, le due società tedesche MUNICHE RE
(MUVGn.DE: Quotazione) e HANNOVER RE (HNRGn.DE: Quotazione), rispettivamente la seconda
e la quarta compagnia di riassicurazioni al mondo, cedono
l'8,39% e il 7%. Significative le perdite anche di STOREBRAND
(STB.OL: Quotazione) che scende del 9,1% dopo che Deutsche Bank ha tagliato
il target price a 47 corone norvegesi da 53.
 
 * EDF (EDF.PA: Quotazione) sale del 6,1%, dopo che una fonte ha detto
che l'operatore inglese BRITISH ENERGY BGY.L sarebbe
favorevole all'opa dell'utility francese da 12,4 miliardi di
sterline.
 
 * UBS UBSN.VX è in calo del 6,52%. Lo stato di New York ha
fatto causa alla banca svizzera per una "frode da diversi
miliardi di dollari", accusandola di aver venduto particolari
emissioni obbligazionarie, le auction-rate securities, come
strumenti equivalenti a un investimento in liquidità.
 
 * INFINEON (IFXGn.DE: Quotazione) segna la performance migliore del Dax
in rialzo del 4,66%. Il nuovo AD della società specializzata in
chip, Peter Bauer, ha annunciato un taglio del personale
dell'ordine del 10%, paria 3.000 posti di lavoro per ridurre i
costi.
 
 * BAYER BAYG.DE è in progresso del 3,69%, dopo che le
autorità europee hanno avuto il via libera dalla European
Medicines Agency per lo Xarelto, un nuovo anticoagulante, le cui
vendite potrebbero raggiungere i 2 miliardi di euro. La società
farmaceutica prevede di metterlo in vendita in tutta Europa
entro la fine dell'anno.