5 novembre 2008 / 15:18 / 9 anni fa

BORSE EUROPA - Indici pesanti, male energia e materie prime

                             indici               chiusura
                             alle 16      var%      2007 --------------------------------------------------------------  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.379,96     -2,30    4.395,61   FTSEurofirst300 .FTEU3        955,60     -1,90    1.506,61   DJ Stoxx banche .SX7P         208,29     -1,40      424,26   DJ Stoxx oil&gas .SXEP        311,45     -3,41      442,02   DJ Stoxx tech .SX8P           179,45     -1,69      304,27 --------------------------------------------------------------
  
 MILANO, 5 novembre (Reuters) - Le borse europee peggiorano dopo l'avvio negativo di Wall Street, per nulla galvanizzata dalla vittoria di Barack Obama nelle elezioni presidenziali Usa.
 I listini del Vecchio Continente sono appesantiti soprattutto da energetici e società legate alle materie prime, comparti molto esposti al ciclo: gli indicatori macro in calendario oggi, infatti, hanno confermato il forte rallentamento dell'economia europea.
 Attorno alle 16 italiane, l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde l'1,97%. L'indice Ftse di Londra .FTSE lascia sul terreno il 2,11%, il Cac-40 di Parigi .FCHI il 2,34% e il Dax tedesco .GDAXI l'1,43%.
  
 Tra i titoli in evidenza:
 * Nettissima prevalenza di segni meno nel settore energetico, con TOTAL (TOTF.PA) che arretra di oltre tre punti percentuali, sebbene abbia annunciato utili netti trimestrali adjusted cresciuti del 48%, sopra le stime, e si sia dichiarata "solida" per i mesi a venire.
 * Restando agli energetici, autentico tracollo delle società attive nelle fonti rinnovabili, oggetto di un report molto negativo di Deutsche Bank: Q-CELLS QCEG.DE lascia sul terreno oltre il 15%, VESTAS WIND (VWS.CO) oltre il 6%, GAMESA GAM.MC oltre il 6%, RENEWABLE ENERGY (REC.OL) oltre l'8% e SOLARWORLD SWVG.DE quasi nove punti percentuali.
 * Malissimo anche il comparto delle società minerarie e legate alle materie prime .SXPP, con ARCELOR-MITTAL ISPA.AS MTP.PA, maggior produttore di acciaio al mondo, che cade di quasi il 20% dopo aver comunicato una trimestrale deludente e aver fornito un outlook sconfortante alla luce del rallentamento dell'economia.
 * Contenuto il ribasso delle banche, con ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L) che guadagna circa quattro punti percentuali nella giornata in cui, secondo quanto riferito da una fonte, l'istituto britannico si appresta a raccogliere fino a 3 miliardi di sterline attraverso un bond in due tranche garantito dal governo di Londra.
 * In tema di garanzie pubbliche sulle banche, DEXIA DEXI.PA (DEXI.BR) avanza di circa sei punti percentuali dopo che il primo ministro di Bruxelles ha comunicato che è stato fissato a 150 miliardi di euro il tetto delle garanzie sui prestiti interbancari dell'istituto belga.
 * Le società attive nel comparto delle costruzioni .SXOP risentono in modo contenuto dell'avvio di un'indagine dell'Antitrust Ue su un presunto cartello fra i produttori di cemento. Fra gli altri, LAFARGE LAFP.PA arretra dell'1,6% circa e HOLCIM HOLN.VX di oltre il 3%.
 * Nel settore del food & beverage .SX3P, CARLSBERG (CARLb.CO) cade di quasi il 10% dopo aver comunicato una trimestrale con profitti sotto le attese e tagliato l'outlook 2008 a causa della frenata dei consumi.
 * Nel contesto di un comparto farmaceutico e biotecnologico in calo, spicca il balzo di oltre sette punti percentuali dell'elvetica NOBEL BIOCARE NOBN.VX, spinta, secondo i trader, da voci di offerte d'acquisto.
 * Fra i media .SXMP, JCDECAUX (JCDX.PA) cala di oltre il 5%: ieri, dopo la chiusura dei mercati, ha abbassato le stime di crescita per le vendite 2008 e annunciato che quest'anno gli utili diminuiranno leggermente.
     

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below