Borse Europa, indici in calo con bancari, corre Danone, bene oil

venerdì 25 luglio 2008 10:39
 

                               indici              chiusura
                          alle  9,45     var%         2007
---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx 50   3.388,97     -1,13     3.711,03
 FTSEurofirst300      1.162,47     -0,71     1.314,42
 DJ Stoxx banche         292,95     -3,23       337,67
 DJ Stoxx oil&gas        369,34     +1,08       435,73
 DJ stoxx tech           229,69     -1,47       249,25
---------------------------------------------------------------
 MILANO (Reuters) - Le borse europee cedono oltre
un punto percentuale in apertura, seguendo la scia di Stati
Uniti e Asia dopo che alcuni dati macroeconomici deboli in Usa
hanno riacceso i timori sullo stato di salute dell'economia
globale e in particolare delle società finanziarie.
 Particolarmente bersagliati dalla lettera i bancari, con UBS,
ROYAL BANK OF SCOTLAND CREDIT AGRICOLE e BARCLAYS che segnano cali
compresi tra il 4
e il 6%. L'indice DJ Stoxx di settore si muove in
ribasso di oltre tre punti percentuali.
 I colossi petroliferi, sostenuti dai nuovi rialzi delle
quotazioni del greggio, aiutano l'Europa a limitare le perdite.
BP guadagna lo 0,3%, TOTAL lo 0,6%.
 Intorno alle 9,45 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
retrocede dello 0,71%, mentre tra le singole piazze
finanziarie Londra lascia sul campo lo 0,6%, Francoforte lo 0,82% e
Parigi lo 0,52%.
 Ieri il benchmark paneuropeo è scivolato dell'1,5%.
 Tra i titoli in evidenza:
 * In netta controtendenza DANONE, che strappa del
4% in avvio. Il gruppo agroalimentare francese ha archiviato il
semestre con un risultato operativo in crescita e ha alzato
l'obiettivo del margine operativo nel 2008.
 * GDF SUEZ sale di quasi un punto percentuale.
Secondo il quotidiano spagnolo La Vanguardia, oggi il colosso
del gas presenterà un'offerta d'acquisto per il 45% di ACS.
 * Poco mosse le azioni BRITISH ENERGY, dopo che la
società brittanica ha accettato l'offerta da 775 pence per
azione messa sul piatto dall'utitlity francese EDF per rilevare
l'operatore nucleare britannico.
 * In denaro ROCHE (+0,7%). Genentech ha riferito
ieri che è stato affidato ad una commissione speciale,
costituita da membri indipendenti del Cda, l'incarico di
esaminare l'offerta d'acquisto sulle azioni dell'azienda di
biotecnologie che non le appartengono.
 * Sprofonda in rosso, alla pari degli omologhi europei, HBOS
(-5% circa). Secondo il sito Internet del quotidiano
Telegraph, JP Morgan e National Australia Bank
hanno intavolato trattative per formare un consorzio che porti
allo spezzatino della banca britannica.
 * VIVENDI accelera del 3,41% dopo aver annunciato
un giro d'affari leggermente inferiore alle attese nel secondo
trimestre, ma aver al contempo confermato i suoi obiettivi
annuali.
 * Corre SAINT-GOBAIN (+3,22%) dopo l'annuncio di
un risultato netto in crescita del 3,2% nel primo semestre. La
società, tuttavia, ha rivisto al ribasso le sue previsioni per
l'esercizio in corso.
 * In difficoltà INFINEON (-2,4%), nonostante la
società produttrice di semiconduttori abbia registrato un utile
operativo della sua attività core di logica in espansione del
97% nel trimestre, grazie in particolare alle vendite della
divisione HDD.
 * Scivola di quasi un punto e mezzo percentuale CAPGEMINI. La
società francese ha concluso un accordo di
principio con Getronics PinkRoccarde (Gpr) per l'acquisizione
della divisione Getronics PinkRoccarde Business Application
Services BV (BAS BV>. Il gruppo di servizi informatici precisa
che pagherà 255 milioni di euro in contanti.
 * CONTINENTAL ha dato mandato a JP Morgan per
studiare una strategia che le consenta di respingere l'offerta
ostile lanciata da Schaeffler, secondo quanto riferito a Reuters
da alcune fonti finanziarie.
 
<p>L'uscita di sicurezza della Borsa di Francoforte. REUTERS/Kai Pfaffenbach (GERMANY)</p>