BORSE EUROPA - Indici in calo su realizzi dopo 6 sedute positive

mercoledì 5 novembre 2008 10:06
 

                             indici               chiusura
                           alle 9,45     var%       2007
--------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.704,80     -1,83    4.395,61 
 FTSEurofirst300 .FTEU3        955,12     -1,95    1.506,61 
 DJ Stoxx banche          208,64     -2,60      424,26 
 DJ Stoxx oil&gas         312,67     -3,03      442,02 
 DJ Stoxx tech            178,56     -2,17      304,27
--------------------------------------------------------------
 
 MILANO, 5 novembre (Reuters) - Digerita la notizia della
vittoria di Obama, che stamattina presto aveva portato i futures
sugli indici europei in netto rialzo, gli investitori si
concentrano di nuovo sulla crisi e le sue ripercussioni.
 Alcuni analisti notano che l'esito delle elezioni era stato
largamente scontato dalle borse, con sei sedute positive di
fila. Ora prevalgono i realizzi.
 Verso le 9,45 l'FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde l'1,3% a
961,15 punti, trainato al ribasso dai bancari; Ftse .FTSE,
Cac-40 .FCHI e Dax .GDAXI lasciano sul campo tra l'1 e il
2%.
 "Nei giorni passati avevamo visto guadagni significativi,
non sorprende che le borse tirino il fiato. Non attribuirei il
calo a nessun evento in particolare", dice Tammo Greetfeld della
Unicredit di Monaco.
 "Il fatto che Obama sia stato eletto credo sarà comunque
positivo per le borse, il suo messaggio è soprattutto
cambiamento".
 Tra i titoli in evidenza:
 * Male il comparto bancario, con BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione) a -3%
dopo aver annunciato utili trimestrali più che dimezzati. HSBC
HSBC perde il 3%, BBVA (BBVA.MC: Quotazione) l'1,5%.
 
 * Tonica in controtrend HANNOVER RE (HNRGn.DE: Quotazione), che ha
annunciato 395 milioni di perdita netta ma definito obiettivo
"possibile" il pareggio del risultato dopo le tasse nel quarto
trimestre.
 
 * Perde il 3% TOTAL (TOTF.PA: Quotazione), che pure ha annunciato utili
netti trimestrali adjusted cresciuti del 48% a 6,1 miliardi di
dollari, sopra le stime, e si è dichiarata "solida" per i mesi a
venire.
 * Meno 3% anche per SWISSCOM SCMN.VX, che ha annunciato un
Ebitda dei nove mesi in calo del 3,6%. La società che controlla
Fastweb FWB.MI ha anche confermato gli obiettivi per il 2008.
 
 * Q-CELLS QCEG.DE, declassata a "sell" da Deutsche Bank,
scivola dell'11%.
 
 * Vendite su JCDECAUX (JCDX.PA: Quotazione) che ieri, dopo la chiusura
dei mercati, ha abbassato le stime di crescita per le vendite
2008 e annunciato che quest'anno gli utili diminuiranno
leggermente.
 
 * Crolla ARCELOR-MITTAL (ISPA.AS: Quotazione)MTP.PA, maggior
produttore d'acciaio al mondo, che ha deluso con la trimestrale
e con un outlook deludente.