BORSE EUROPA - Indici volatili dopo tagli tassi, Wall St incerta

giovedì 4 dicembre 2008 16:04
 

                                indici               chiusura
                               alle 15,50    var%      2007
--------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E    2.381,82    +0,52    4.395,61
FTSEurofirst300 .FTEU3        832,39     +0,34    1.506,61
DJ Stoxx banche          160,78     +0,66      424,26
DJ Stoxx oil&gas         273,00     +0,49      442,02
DJ Stoxx tech            154,40     +0,90      304,27
--------------------------------------------------------------
LONDRA, 4 dicembre (Reuters) - Dopo una mattinata positiva
le borse europee cancellano i guadagni e si muovono incerte tra
denaro e lettera, con i mercati intenti a soppesare i tagli dei
tassi di interesse della Bce e della Bank of England e le
previsioni pessimistiche dell'americana DuPont (DD.N: Quotazione).
 "DuPont ha detto che vede una perdita per il quarto
trimestre contro attese di un utile - e questo ha spinto al
ribasso il mercato. Il taglio dei tassi è più o meno in linea",
commenta un trader.
 Incerta anche Wall Street dopo un avvio in calo.
 Intorno alle 15,50 l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3
guadagna lo 0,3%. Tra le singole piazze il Ftse 100 britannico
.FTSE sale dello 0,3%, il Cac-40 francese .FCHI dello 0,5%,
il Dax tedesco .GDAXI dello 0,9%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Estremamente volatile Credit Suisse CSGN.VX, che era
arrivata a perdere oltre il 4%, ma ora guadagna quasi l'8%. Il
gruppo stamane ha lanciato un allarme sui risultati del quarto
trimestre e ha annunciato drastici tagli di personale. Ma poi i
vertici hanno fornito qualche rassicurazione al mercato, dicendo
che la banca non ha bisgno di aiuti statali.
 * In calo ROCHE ROG.VX, che ha posticipato al terzo
trimestre 2009 la domanda completa di autorizzazione per il
proprio farmaco Actemra.
 * EDF (EDF.PA: Quotazione) lascia sul terreno oltre il 5% dopo
l'annuncio di costi per il reattore nucleare di Flamanville
superiori del 20% a quanto inizialmente stimato.
 * BG GROUP BG.L guadagna oltre il 5% dopo l'accordo di
ieri con BP (BP.L: Quotazione) su uno swap di asset.