BORSE EUROPA -Indici in forte calo con tecnologici e utility Edf

mercoledì 3 dicembre 2008 10:22
 

                                indici               chiusura
                               alle 10,20    var%      2007
--------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.307,00     -2,00    4.395,61
FTSEurofirst300 .FTEU3        810,79     -1,76    1.506,61
DJ Stoxx banche          157,80     -1,40      424,26
DJ Stoxx oil&gas         267,41     -2,99      442,02
DJ Stoxx tech            147,35     -2,98      304,27
--------------------------------------------------------------
 LONDRA, 3 dicembre (Reuters) - Mattinata in rosso per le
borse europee che, dopo un'apertura peggiore delle attese,
estendono le perdite, trascinate in particolar modo dal settore
auto, tecnologico e energetico.
 Ad appesantire ulteriormente la borsa è stato il crollo di
oltre il 6% dell'utility francese Edf (EDF.PA: Quotazione) che ha lanciato
un'offerta di acquisto per l'americana Usa Constellation Energy
in un momento finanziariamente non favorevole, e il calo di
oltre il 20% della tedesca Infineon, per risultati inferiori
alle attese e un profit warning sul 2009.
  Accentuano il ribasso i titoli tecnologici , le
compagnie automobilistiche , le società di materie prime
 e i titoli energetici , tutti in perdita di quasi
il 3%.
 E' stata disattesa quindi la speranza che la ripresa di Wall
Street e la chiusura generalmente positiva delle borse asiatiche
potesse influenzare positivamente l'azionario del vecchio
continente.
 A peggiorare la situazione sono stati anche i dati Pmi
servizi da diversi paesi della zona euro e dalla Gran Bretagna,
che segnalano una contrazione del terziario europeo con
diminuzione di nuovi ordinativi e dell'occupazione.
 Attesi nel pomeriggio sono invece i dati dell'Agenzia
Internazionale per l'Energia (Eia) sulle scorte settimanali di
greggio, mentre il petrolio è in rialzo dopo il crollo di ieri
di quasi il 5%.
 Alle 10,20 la scadenza a gennaio sul Brent guadagna oltre 50
centesimi a 45,97 dollari, mentre l'analoga scadenza sul Nymex
sale di 41 centesimi a 47,34 dollari.
 Sul fronte monetario è forte l'attesa per le decisioni che
saranno prese domani dalla Banca centrale europea e dalla Banca
d'Inghilterra e che potrebbero portare a un ulteriore taglio dei
tassi, nel tentativo di rivitalizzare l'economia stretta nella
morsa della crisi del credito. E' di ieri la diminuzione di 100
punti base dei tassi di interesse in Australia.
 Intorno alle 10,20 l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3 cede
l'1,9% circa. Tra le singole piazze l'inglese Ftse 100 .FTSE
perde l'1,3%, il Cac-40 .FCHI il 2,1%, il Dax .GDAXI il
2,3%.
        
 Tra i titoli in evidenza:
 * Risveglio negativo oggi per la tedesca INFINEON (IFXGn.DE: Quotazione)
che lancia un profit warning sul 2009. La società leader in
Europa per la produzione di chip del settore auto, ha annunciato
inoltre nel quarto trimestre perdite operative, superiori alle
attese, per 220 milioni di euro. Intorno alle 10,10 il titolo
perde oltre il 20%, trainando l'intero settore dei tecnologici.
 
 * L'utility francese EDF (EDF.PA: Quotazione) è in forte ribasso dopo
aver lanciato un'offerta di acquisto da 4,5 miliardi di dollari
per il 50% del business nucleare del gruppo Usa Constellation
Energy CEG.N.
 
 *Scende di oltre il 3% il titolo di BRITISH AIRWAYS BAY.L
dopo che il governo australiano ha lasciato la porta aperta
all'ipotesi di una fusione da 5,9 miliardi di dollari con Qantas
Airways.
 
 * 3I GROUP (III.L: Quotazione), società leader del private equity,
scende di quasi il 5%, nonostante il Financial Times abbia
anticipato per domani l'annuncio di un piano per tagliare il 15%
della propria forza lavoro per affrontare il brusco
deterioramento del settore.
 
 * BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione) è piatta dopo aver tagliato la
produzione di manganese nella sua controllata Samancor a causa
delle deboli condizioni del mercato.
 
 * La francese TOTAL (TOTF.PA: Quotazione) perde quasi il 5%. La società
petrolifera, secondo indiscrezioni di stampa, potrebbe lanciare
un'offerta da 19,7 miliardi di dollari canadesi per il quarto
esploratore petrolifero canadese Nexen.
 
 * Nel comparto automobilistico le maggiori perdite le stanno
registrando BMW (BMWG.DE: Quotazione), PEUGEOT (PEUP.PA: Quotazione), VOLKSWAGEN
(VOWG.DE: Quotazione), DAIMLER (DAIGn.DE: Quotazione) e GKN (GKN.L: Quotazione), tutti in calo di
oltre il 2,5%.