BORSE EUROPA in deciso calo, pesa comparto bancario

martedì 3 novembre 2009 15:56
 

                               indici              chiusura
                            alle 15,55     var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.720,25    -1,55    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        967,91    -1,21      831,97
DJ Stoxx banche          217,28    -2,89      149,51
DJ Stoxx oil&gas         309,66    -0,76      264,50
DJ Stoxx tech            176,56    -0,37      152,86
---------------------------------------------------------------
  LONDRA, 3 novembre (Reuters) - L'apertura negativa di Wall
Street non aiuta l'azionario europeo, già pesantemente provato
dalle perdite di Ubs UBSN.VX e dalla ristrutturazione forzata
del comparto bancario britannico.
 L'indice benchmark FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde oltre
l'1,2% dopo aver toccato il minimo di un mese a 959,11 punti,
pur restando in rialzo di quasi il 49% rispetto al minimo
storico toccato il 9 marzo.
 "I dati macro sono buoni e, sul fronte dei risultati
societari, le trimestrali hanno sorpreso in positivo più di
quanto abbiano deluso", commenta Giuseppe Guido Amato,
strategist di Lang & Schwarz. "Ma il mercato si rifiuta di
salire. Una correzione del 10% non sarebbe una sorpresa".
 Sui singoli mercati il Ftse 100 .FTSE londinese scende
dell'1,25%, il Cac-40 francese .FCHI dell'1,18% e il Dax
tedesco .GDAXI dello 0,88%. Il comparto bancario  è
sceso fino al -3,8%, ai minimi di oltre 2 mesi.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * UBS UBSN.VX continua a perdere colpi, cedendo nel primo
pomeriggio oltre il 6%. Non è piaciuta al mercato la perdita nel
terzo trimestre della banca svizzera provocata da oneri
contabili e deflussi superiori alle attese in tutte le
principali divisioni.
 * Ancora in rialzo LLOYDS (LLOY.L: Quotazione), a +1,5% sulla scia di un
aumento di capitale record da 13,5 miliardi di sterline e
l'annuncio di una serie di cessioni per limitare la dipendenza
dagli aiuti governativi di pari passo alla concorrente RBS
(RBS.L: Quotazione), a -10,12%. Tra le altre banche registrano cali
superiori al 3,5% BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione), DEUTSCHE BANK
(DBKGn.DE: Quotazione), BANCO SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) e SOCIETE GENERALE
(SOGN.PA: Quotazione).
 * Continua a essere pesante, con una flessione di oltre il
6%, BMW (BMWG.DE: Quotazione) dopo risultati trimestrali che mostrano un
calo dell'Ebit dell'86%. Il gruppo automobilistico punta
comunque a chiudere l'anno in utile e vede una ripresa del
mercato nel 2010. La trimestrale danneggia anche gli altri
titoli del settore auto: RENAULT (RENA.PA: Quotazione) perde lo 0,9%,
DAIMLER (DAIGn.DE: Quotazione) il 4,13%.
 * La società tedesca di retail METRO (MEOG.DE: Quotazione) guadagna
oltre il 2,7% su risultati trimestrali solidi che, secondo gli
analisti, dimostrerebbero il successo degli sforzi di taglio dei
costi della compagnia.