31 gennaio 2008 / 15:11 / tra 10 anni

BORSE EUROPA - Indici in netto calo, pesano timori credito

                                indici               chiusura
                             alle 16,00    var %       2006 ---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    3.735,29     -1,43    4.119,94
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.306,63     -1,71    1.483,47
DJ Stoxx banche .SX7P         358,94     -3,56      510,33
DJ Stoxx oil&gas .SXEP        371,44     -1,38      411,61
DJ stoxx tech .SX8P           269,40     -0,26      307,69 ---------------------------------------------------------------
 MILANO, 31 gennaio (Reuters) - Prosegue il movimento ribassista delle borse europe, appesantite dai timori che la crisi dei mutui “subprime” possa espandersi a macchia d‘olio sugli altri settori del credito.
 Ad alimentare queste preoccupazioni l‘annuncio di ulteriori svalutazioni nel settore bancario, dopo che ieri l‘agenzia di rating S&P ha detto di attendersi altre perdite nel settore bancario in Europa.
 Il comparto continua a essere il pià penalizzato sui listini del Vecchio Continente, con Ubs UBSN.VX fanalino di coda a Zurigo. Il titolo cede il 7,47% dopo essere scivolato oltre il -9%, mentre l‘indice di settore è in flessione del 3,56%.
 L‘istituto svizzero ha annunciato ieri profit warning e nuove svalutazioni per 4 miliardi di dollari, ricevendo la conseguente bocciatura da parte di vari broker.
 Alle 16 il benchmark paneuropeo FTSEurofirst .FTEU3 cede l‘1,71%. Tra le piazze principali del Vecchio Continente, Londra .FTSE cede l‘1,52%, Francoforte .GDAXI l‘1,89% e Parigi .FCHI l‘1,6%.
  
 Tra i titoli in evidenza:
 *Société Générale (SOGN.PA) gira in positivo a 82,99 euro (+1,45%). Oggi Morgan Stanley ha ridotto il target price a 115 euro da 154, con rating confermato a “overweight”. Il consigliere del presidente francese Nicolas Sarkozy, Henri Guaino, ha detto che la Francia non lascerà che l‘istituto finisca in mani straniere dopo lo scandalo che ne ha messo in discussione la credibilità. 
 Il presidente dell‘Eurogruppo Jean Claude Juncker ha, per contro, sostenuto che un‘offerta da parte di una banca estera non sarebbe uno shock. Juncker ha sottolineato anche che il sistema bancario francese è solido.
 *Bnp Paribas (BNPP.PA), citata dalle indiscrezioni come  principale candidato all‘acquisizione di SocGen, estende le perdite (-3,4%).
 *Vodafone VOD.MI si mantiene in territorio negativo nonostante abbia annunciato ricavi trimestrali superiori alle attese. Il titolo dell‘operatore telefonico britannico viene scambiato in calo del 2,2%.
 * Bucher Industries AG (BUCN.S) vola al +8,5% dopo aver annunciato un incremento del 17,8% del giro d‘affari nel 2007.   

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below