BORSE EUROPA - Indici riprendono quota con tlc, energia dopo Usa

lunedì 30 giugno 2008 15:58
 

                             indici                chiusura
                         alle 15,50     var%        2007
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.347,87     +0,23    3.711,03 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.200,99     +0,73    1.314,42 
DJ Stoxx banche          286,02     -0,63      337,67 
DJ Stoxx oil&gas         416,67     +1,69      435,73 
DJ stoxx tech            216,82     +0,28      249,25
---------------------------------------------------------------
MILANO, 30 giugno (Reuters) - L'azionario europeo recupera
terreno forte dei rialzi di tlc e energetici, che compensano i
cali di banche e società sensibili ai prezzi del petrolio. Aiuta
anche il rialzo, seppur timido, di Wall Street in apertura.
 La corsa inarrestabile delle quotazioni dell'oro nero, che
hanno oltrepassato la soglia record dei 143 dollari il barile,
danno spinta ai colossi dell'energia come BP (BP.L: Quotazione), ROYAL DUTCH
SHELL (RDSa.L: Quotazione) e TOTAL (TOTF.PA: Quotazione), che mettono a segno rialzi
dell'ordine di 1,4-2%.
 Brillano le tlc, guidate da FRANCE TELECOM FTE.PA che ha
ritirato la propria offerta per la concorrente TELIASONERA
TLSN.ST.
 Il mercato borsistico del Vecchio Continente potrebbe
chiudere il primo semestre dell'anno con una perdita vicina al
20%, a fronte dell'aumento dell'8,2% registrato nell'analogo
periodo 2007. A rendere inquieti gli investitori sono i sempre
più elevati prezzi dell'energia, un'economia in rallentamento e
i timori circa l'impatto della crisi del credito sulle banche.
 "E' stato assolutamente diabolico", dice David Buik diu
Cantor Index a Londra, riferendosi al primo semestre. "Stiamo
perdendo la fiducia... Prevedo un periodo di sofferenza
significativa fino all'estate", ha aggiunto.
 In giugno l'inflazione della zona euro è salita a un nuovo
record del 4,0% su base annua, cementando le aspettative di un
rialzo dei tassi di 25 punti base da parte della Bce nella
riunione di giovedì prossimo, nonostante il rallentamento della
crescita.
 Tra le singole piazze finanziarie europee, il paniere
londinese FTSE 100 .FTSE sale dell'1,62%, l'indice francese
.FCHI è in progresso dello 0,81%, mentre il DAX di Francoforte
.GDAXI è in perdita dello 0,26%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * FRANCE TELECOM strappa del 7,8%, mentre a Stoccolma la
rivale TELIASONERA sprofonda a -12,65%, mentre il DJ Stoxx delle
tlc è in progresso dell'1,88%.
 * Le NESTLE NESn.VX salgono del 2,1% a 46,16 franchi
svizzeri dopo che è diventato effettivo il frazionamento
azionario volto ad incrementare la liquidità dei titoli.
 * Deboli le compagnie aeree, con BRITISH AIRWAYS BAY.L,
LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione) e AIR FRANCE-KLM (AIRF.PA: Quotazione) che vengono
scambiate in ribasso dell'1,5-3%.
 * KPN (KPN.AS: Quotazione) corre (+2,2%) su voci di un possibile
interesse di France Telecom. 
 * La lettera continua ad abbattersi sui bancari come BNP
PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione) (-1%) e ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione)
(-2,3%). L'indice di settore cede lo 0,63%.
 * UBS UBSN.VX perde circa quattro punti percentuali
appesantita dalle voci secondo cui la banca starebbe
considerando la vendita degli asset del gruppo di "wealth
management" Paine Webber. La banca svizzera non ha voluto
commentare l'ipotesi di una cessione.
 * FORTIS FOR.BR lascia sul campo il 2,3% dopo che
Citigroup ha tagliato il target price sul titolo.
 * Dopo aver detto che il suo farmaco contro il cancro,
Avastin, ha mostrato progressi significativi, la farmaceutica
ROCHE ROG.VX accelera di oltre tre punti percentuali.