BORSE EUROPA - Indici ampliano ribasso dopo dati macro Usa

giovedì 28 febbraio 2008 16:41
 

LONDRA (Reuters) - Le borse europee hanno ampliato i ribassi dopo il dato sulla crescita dell'economia Usa, risultato leggermente inferiore alle stime degli economisti, mentre il numero delle richieste di sussidio di disoccupazione oltreoceano è aumentato.

Il Pil statunitense del quarto trimestre è stato confermato in rialzo dello 0,6% sui tre mesi precedenti, mentre Wall Street prevedeva una revisione a +0,7%.

Nella scorsa settimana il numero di lavoratori statunitensi che ha chiesto un sussidio di disoccupazione è salito a 373.000 unità da 354.000, contro le previsioni di una lieve contrazione a 350.000.

In maggiore difficoltà i titoli del settore bancario e i petroliferi, penalizzati da una serie di risultati trimestrali poco apprezzati dagli analisti.

"Le borse europee sono vulnerabili al rallentamento negli Usa che si sta allargando in Europa, [un movimento] amplificato dalla forza dell'euro" ha detto Andrew Bell di Rensburg Sheppards Investment Management. "Considerando il cambio, i titoli non sembrano molto attraenti".

Sui singoli mercati il Ftse londinese arretra dell'1,29%, il Cac 40 francese dell'1,66% e il Dax tedesco dell'1,38%.

Fra i titoli in evidenza:

* Amplia il ribasso BAYER a -4,5% dopo avere comunicato risultati trimestrali inferiori alle stime degli analisti.

* In calo di oltre il 4% anche BNP PARIBAS, penalizzata con altri bancari dalle prospettive dell'economia statunitense. La banca francese ha chiarito che le voci di un suo interesse per SocGen sono "puri rumour".

* Guadagna il 7% Whitbread, che ha annunciato risparmi per 25 milioni di sterline all'anno e vendite a parità di perimetro nel 2007 in rialzo del 5,7%.

* AXA, la seconda compagnia assicurativa europea, frena in borsa dopo avere annunciato una crescita degli utili pari all'11% a 5,67 miliardi di euro, contro i 5,77 miliardi attesi dagli anlisti.