BORSE EUROPA - Indici proseguono negativi, crolla Xstrata

mercoledì 26 marzo 2008 15:29
 

                              indici              chiusura 
                          alle 15,20      var%        2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.605,49     -0,75    4.395,61 
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.256,35     -0,76    1.506,61 
  DJ Stoxx banche          342,81     -1,56      424,26 
  DJ Stoxx oil&gas         360,94     -0,55      442,02 
  DJ stoxx tech            236,64     +0,27      304,27 
---------------------------------------------------------------
 PARIGI, 26 marzo (Reuters) - Le borse europee proseguono
negative a metà pomeriggio, penalizzate dalle forti vendite su
Xstrata XTA.L dopo la rottura dei colloqui con la brasiliana
Vale.
 Intorno alle 15,2 sui singoli mercati il Ftse 100 britannico
.FTSE cede lo 0,33%, il Cac 40 francese .FCHI lo 0,47%, il
Dax tedesco  lo 0,18%.
 L'indice Ftseurofirst300 arretra dello 0,60% a 1.257 punti.
Ieri l'indice era balzato del 3,2% grazie al rally del settore
bancario. Dall'inizio dell'anno l'indice ha perso più del 16%
sui timori della recessione negli Usa e sull'impatto della crisi
del credito sui mercati azionari globali.
 "Credo che stiamo raggiungendo un pavimento, almeno per ora.
Storicamente quando il mercato inizia a inserire nei prezzi la
recessione, i titoli scendono del 20%. In questa fase le azioni
non avevano prezzi elevati quando è iniziato il trend
ribassista", osserva un broker.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Xstrata recupera dai minimi di seduta, perdendo il 6,5% a
3474 pence. Vale ha annunciato che le trattative per rilevare la
rivale svizzera Xstrata sono fallite e che la società guarderà
ad altri potenziali obiettivi. Il titolo è arrivato a perdere
fino al 12,3% a 3.260 pence, prima di recuperare terreno opo che
Merrill Lynch ha consigliato agli investitori di comprare il
titolo sotto la soglia di 3300 pence.
 * Proseguono le vendite su Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), in
discesa del 2,08% a 71,97 euro dopo che la banca tedesca ha
detto che potrebbero esserci nuove svalutazioni a causa delle
turbolenze dei mercati finanziari e ha avvertito che per questo
il suo obiettivo di utile per quest'anno potrebbe essere a
rischio.
 * Bene Vodafone (VOD.L: Quotazione), in crescita del 2% circa. La più
grande società al mondo di telefonia mobile per ricavi dice si
attendersi i dividendi dalla joint venture Usa Verizon Wireless
il prossimo anno.