BORSE EUROPA - Indici riducono rialzi dopo prezzi produzione Usa

martedì 26 febbraio 2008 15:14
 

                                indici              chiusura
                            alle 15,10      var %       2007
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.826,38     +0,72    4.395,61
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.352,84     +0,79    1.506,61
DJ Stoxx banche          366,20     +2,12      424,26
DJ Stoxx oil&gas         398,43     -0,61      442,02
DJ stoxx tech            274,67     +0,65      304,27
---------------------------------------------------------------
LONDRA, 26 febbraio (Reuters) - Le borse europee riducono i
guadagni dopo la diffusione delle statistiche sui prezzi alla
produzione negli Usa, risultati a gennaio più alti delle attese.
Sembrano quindi ridursi le possibilità di un taglio dei tassi di
interesse negli Usa.
 I prezzi alla produzione core, con l'esclusione di energia e
alimentari, sono saliti dello 0,4% rispetto alle aspettative di
un incremento dello 0,2%.
 In Europa i titoli finanziari sono ancora in denaro, tra i
migliori grazie ai risultati di Standard Chartered (STAN.L: Quotazione) e al
venir meno dei timori per il salvataggio di due assicuratori Usa
di bond.
 Wall Street è vista aprire negativa, con il futures sul Dow
Jones DJH8 in calo dello 0,21%.
 Intorno alle 15 il Ftseurofirst 300, paniere dei principali
titoli europei, guadagna lo 0,86%. Sui singoli mercati il Ftse
londinese .FTSE avanza dello 0,9%, il Cac 40 francese .FCHI
dello 0,39% e il Dax tedesco .GDAXI dello 0,95%.
 Fra i titoli in evidenza:
 *Deutsche Telekom (DTEGn.DE: Quotazione) sale di oltre l'1% dopo che
Blackstone (BX.N: Quotazione) ha detto che potrebbe aumentare la quota
nell'operatore tlc tedesco fino al 2% se il prezzo lo consente.
 *Powerleague POPWR.L, operatori di centri sportivi di
calcio, sale del 5% circa dopo aver annunciato l'acquisto di
cinque nuovi centri da JJB Sports JJB.L per 17,4 milioni di
sterline.
 *Balzo del 30% circa per SCi Entertainment SEG.L,
operatore di giochi, su attese di consolidamento del settore
dopo un'offerta non richiesta da 1,9 miliardi di dollari per
Take-Two TTWO.L da parte del gigante Usa Electronic Arts
ERTS.L.