Borse Europa - Indici in rosso, pesano dati vendita case Usa

giovedì 24 luglio 2008 16:31
 

                              indici               chiusura
                           alle 16,15     var%         2007
---------------------------------------------------------------
 DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.362,41     -0,74     3.711,03
 FTSEurofirst300 .FTEU3      1.175,67     -1,12     1.314,42
 DJ Stoxx banche          304,47     -0,05       337,67
 DJ Stoxx oil&gas         364,95     -2,44       435,73
 DJ stoxx tech            231,85     +0,69       249,25
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 24 luglio (Reuters) - Le borse europee hanno
trascorso la sessione in territorio negativo, con le perdite che
sono state amplificate dalla pubblicazione dei dati sulla
vendita delle case esistenti di giugno negli Usa, peggiori delle
attese.
 Wall Street, che aveva un andamento incerto, ha virato con
decisione verso il rosso.
L'indice che raggruppa le banche europee, dopo aver cercato
di portare avanti una timida ripresa, scende dello 0,05%
nonostante la buona performance di CREDIT SUISSE CSGN.VX.
Il settore automobilistico  è il più colpito e cala
del 4,85%. A pesare sull'indice sono i titoli di DAIMLER
(DAIGn.DE: Quotazione) e RENAULT (RENA.PA: Quotazione) e più in generale le difficoltà
del mercato dell'auto, con un'economia mondiale debole e i
prezzi delle materie prime in aumento.
 Anche l'indice che raggruppa le società energetiche 
perde il 2,4%, depresso da quotazioni del greggio intorno a
quota 125 dollari al barile sulla piazza americana CLc1.
 I tecnologici  restano, invece, a galla grazie a
NOKIA NOK1V.HE e TomTom (TOM2.AS: Quotazione).
 Intorno alle 16,15, tra le singole piazze finanziarie Londra
.FTSE lascia sul campo l'1,06%, Francoforte .GDAXI l'1,45% e
Parigi .FCHI l'1,17%.
 Tra i titoli in evidenza:
* DAIMLER (DAIGn.DE: Quotazione) perde il 10,37%. La casa
automobilistica ha annunciato oggi di aver rivisto al ribasso le
previsioni sulla redditività per il 2008.
 
 * Non brilla nemmeno RENAULT (RENA.PA: Quotazione), in calo del 3,67%,
che oggi ha tagliato gli obiettivi di vendita per il 2009 di
300.000 veicoli e ha parlato di una riduzione dei costi che fa
presagire un taglio di circa 6.000 posti di lavoro.
 * CREDIT SUISSE CSGN.VX è in progresso del 5,01%, dopo
aver annunciato utili migliori delle attese per il secondo
trimestre. Standard & Poor's ha comunicato che il rating sulla
banca svizzera rimarrà invariato.

* NOKIA NOK1V.HE, in progresso del 4,19%, trascina
l'indice dei tecnologici dopo aver finalmente raggiunto un
accordo, dopo una battaglia legale durata tre anni, su brevetti
e royalty per i prossimi quindici anni con la produttrice di
chip americana QUALCOMM (QCOM.O: Quotazione).
 
 * La farmaceutica MERCK KGaA (MRCG.DE: Quotazione) rimbalza del 4,81%
sulle dichiarazioni della società che pensa di poter triplicare
le sue vendite in Giappone, dopo che le autorità nazionali hanno
approvato settimana scorsa la vendita del farmaco contro il
cancro Erbitux.
 
 * La società francese specializzata nella distribuzione di
oggetti di lusso PPR SA (PRTP.PA: Quotazione) sale del 5,41% in testa
all'indice francese, dopo una trimestrale migliore delle attese,
dovuta soprattutto alla vendita del brand Gucci.
 
 * Anche la catena del fai-da-te KINGFISHER KFG.L balza in
vetta all'FTSE segnanod un +6,51%, dopo un piccolo aumento delle
vendite e un miglioramento dei margini di profitto nella sua
catena B&Q, annunciando che il suo piano di recupero presentato
a giugno sta funzionando.
 
 * EASYJET (EZJ.L: Quotazione) perde oltre il 10,68% dopo aver annunciato
che, a causa dell'aumento del costo del carburante, potrebbe
tagliare i profitti lordi di fine anno del 42%. Anche BRITISH
AIRWAYS BAY.L e RYANAIR (RYA.I: Quotazione) (RYA.L: Quotazione) perdono
rispettivamente il 7,79% e il 3,54% (a Londra).