BORSE EUROPA - Indici negativi con banche, minerari e oil

martedì 2 dicembre 2008 11:07
 

                                indici               chiusura
                               alle 10,50    var%      2007
--------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E    2.258,34    -1,31    4.395,61
FTSEurofirst300 .FTEU3        797,99     -1,49    1.506,61
DJ Stoxx banche          152,81     -2,72      424,26
DJ Stoxx oil&gas         66,250     -1,33      442,02
DJ Stoxx tech            146,94     -1,40      304,27
--------------------------------------------------------------
 LONDRA, 2 dicembre (Reuters) - Sulle borse europee
proseguono le vendite della vigilia, con gli investitori intenti
a soppesare le notizie di nuovi interventi delle banche centrali
globali a sostegno dell'economia.
 Bancari, petroliferi e minerari sono i settori più colpiti.
 Intorno alle 10,50 l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3 cede
l'1,5% circa. Tra le singole piazze l'inglese Ftse 100 .FTSE
perde l'1,6%, il Cac-40 .FCHI l'1,3%, il Dax .GDAXI l'1,02%.
 Con il greggio sotto i 48 dollari a barile soffrono i titoli
del comparto come BP (BP.L: Quotazione), BG BG.L e Total (TOTF.PA: Quotazione).
 A sottolineare la difficoltà del contesto macroeconomico è
giunto il taglio di 100 punti base dei tassi di interesse della
banca centrale australiana, mentre la Banca del Giappone è
intervenuta per facilitare l'accesso al credito alle imprese.
 La Banca centrale Europea e la Bank of England annunceranno
le loro decisioni sui tassi giovedì.
     
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tra bancari generalmente pesanti, Royal Bank of Scotland
(RBS.L: Quotazione) sale di oltre il 5% dopo che Merrill Lynch ha riavviato
al copertura con rating "buy". Negative invece nel comparto HSBC
(HSBA.L: Quotazione), -3,7%, Banco Santander (SAN.MC: Quotazione), -1,8%, BNP Paribas
(BNPP.PA: Quotazione), -3,3%.
 * In controtendenza il gruppo britannico della grande
distribuzione Tesco (TSCO.L: Quotazione), +6,7% dopo vendite in Gran
Bretagna in linea con le attese e l'annuncio che la nuova gamma
di discount contribuisce a spingere i volumi e attrarre clienti.
 * A Londra balza anche il gruppo turistico Thomas Cook
(TCG.L: Quotazione), in rialzo del 3% grazie a una forte crescita degli
utili dell'esercizio e all'aumento del dividendo.
 * Deutsche Boerse (DB1Gn.DE: Quotazione) cede l'8% con i trader che
citano volumi di trading per cash e derivati nel mese di
novembre più deboli delle attese.