BORSE EUROPA - Indici in lieve calo, pesano banche, bene energia

martedì 22 aprile 2008 15:51
 

                              indici                chiusura
                             alle 9,30      var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.755,66     -0,38    4.395,61
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.310,01     -0,14    1.506,61
  DJ Stoxx banche          359,46     -0,78      424,26
  DJ Stoxx oil&gas         407,24     +0,71      442,02
  DJ stoxx tech            231,30     -0,08      304,27
---------------------------------------------------------------
 PARIGI, 22 aprile (Reuters) - Le borse europee accentuano il
calo nel pomeriggio, penalizzate dalle vendite sui finanziari
dopo che Royal Bank of Scotland (RBS.L: Quotazione) ha annunciato un
imponente aumento di capitale, mentre sono positivi i titoli
legati alle materie prime sulla scia dei record del petrolio e
dei prezzi dei metalli.
 Alle 15,50 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde lo 0,4%
a 1.305,58 punti.
 Gli analisti sottolineano che il quadro resta incerto per i
finanziari, che sono stati i più colpiti sulla crisi del
credito.
 "Quello di Rbs potrebbe essere il primo di una serie di
aumenti di capitale da parte delle banche europee. Adesso
l'attenzione è rivolta sui prossimi candidati", osserva un
broker. 
 
 Tra i titoli in evidenza:
 
 * RENAULT (RENA.PA: Quotazione) in ribasso dell'1,6 dopo i dati sul
fatturato del primo trimestre inferiore alle attese.
 * Il produttore di chip INFINEON (IFXGn.DE: Quotazione) sale (+0,8%)
dopo una partenza debole per la svalutazione da un miliardo di
euro della partecipazione nella società Usa Qimonda QI.N e
dopo i risultati deboli di Texas Instruments.
 * ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) cala del 3,2% dopo
l'annuncio della ricapitalizzazione da 12 miliardi di sterline
per coprire potenziali svalutazioni per 5,9 miliardi.
 * Male anche ING ING.AS e BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) che cedono
oltre il 3%, mentre BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione), SOCIETE GENERALE
(SOGN.PA: Quotazione) e AXA (AXAF.PA: Quotazione) arretrano fra l'1% e il 2%.
 * Il nuovo record del brent a 118 dollari al barile sta
facendo saliri i titoli delle major, come BP (BP.L: Quotazione) e TOTAL
(TOTF.PA: Quotazione). Bene anche il settore minerario, guidato dal balzo
dell'1% del futures sul rame. EURASIAN ENRC.L sale del 4,9% e
RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) dell'1,9%.