Borse Europa, indici estendono rialzi dopo apertura Wall Street

giovedì 21 febbraio 2008 16:31
 

 LONDRA (Reuters) - Le borse europee estendono il
rialzo della mattinata dopo l'apertura positiva di Wall Street,
trainate dal settore minerario e dalle banche e, a livello di
singoli titoli, dal gruppo alimentare svizzero Nestle
e dal gruppo editoriale anglo-olandese Reed Elsevier.
 I minerari segnano il maggior incremento dell'indice
Dj Stoxx con +3,73%, grazie al rialzo dei prezzi delle materie
prime. Positive le banche, incoraggiate dall'ipotesi di
un taglio dei tassi d'interesse negli Usa e dalla trimestrale
"senza sorprese" dell'istituto di credito francese Societe
Generale.
 Alle 16,00 il Ftseurofirst 300, paniere dei
principali titoli del Vecchio Continente, sale dell'1,5%. Tra
gli indici guida dei vari Paesi, il Ftse londinese
guadagna l'1,19%, il Cac 40 francese l'1,71% e il Dax
tedesco l'1,31%.
 Fra i titoli in evidenza:
 * Minerari in spolvero. Kazakhmys, Anglo American e Antofagasta
salgono rispettivamente del
3,49%, del 3,57% e del 2,84% sull'onda di nuovi rincari nelle
risorse di base.
 * Il gruppo finanziario olandese Ing guadagna quasi
il 5% ad Amsterdam dopo aver annunciato una svalutazione minore
del previsto nel quarto trimestre.
 * Viaggiano sopra la parità Royal Bank of Scotland,
BNP Paribas e Deutsche Bank.
 * In lieve calo, invece, Societe Generale, seconda
banca quotata francese, che ha riportato una perdita record nel
quarto trimestre, ma non ha annunciato altre sorprese sgradite
agli investitori.
 * Tonici i petroliferi, con il greggio vicino ai 100 dollari
al barile. La francese Total avanza dello 0,94%,
l'anglo-olandese Royal Dutch Shell mette a segno un
rialzo dell'1,76%. In controtendenza Bp, che scende dello
0,76%.
 * Nestle balza di oltre il 4% collocandosi tra i
titoli europei migliori. Il mercato festeggia i risultati
superiori alle previsioni del colosso alimentare svizzero, che
nonostante i prezzi record di alcuni ingredienti come latte e
cacao nel 2007 ha messo a segni un incremento dell'utile netto
del 15,8%.
 * Pioggia di acquisti per Reed Elsevier, che balza
dell'8,38%, nella giornata in cui ha riportato i risultati
trimestrali e ha annunciato un accordo per rilavare l'americana
ChoicePoint.
 * Proseguono le vendite su Alliance & Leicester,
che perde quasi il 3% all'indomani del minimo storico.
 * Sabmiller guadagna il 2,40% dopo l'annuncio che il
gruppo della birra ha deciso che non lancerà un'offerta sulla
rivale britannica Scottish & Newcastle, che cede il
2,5%. S&N, che ieri aveva guadagnato terreno proprio sulle voci
di un'offerta di Sabmller, ha già concordato un takeover da
parte di Carlsberg e Heineken.
 
<p>Un uomo in Borsa. REUTERS/Stringer</p>