BORSE EUROPA - Indici in rialzo con minerari e petroliferi

lunedì 19 maggio 2008 16:32
 

                              indici                chiusura
                            alle 16,25     var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.871,21     +0,21     4.395,61
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.373,86     +0,63     1.506,61
  DJ Stoxx banche          356,66     -1,04       424,26
  DJ Stoxx oil&gas         451,59     +1,54      442,02
  DJ stoxx tech            260,43     +2,38      304,27
---------------------------------------------------------------
 
 MILANO, 19 maggio (Reuters) - Le borse europe ampliano i
rialzi nel pomeriggio dopo l'avvio positivo di Wall Street e
dopo che il Leading indicator Usa - in frazionale rialzo - ha
evidenzato un'economia debole, ma non in recessione.
 Un contributo arriva dal comparto energetico e delle materie
prime, grazie al continuo rincaro dei prezzi dei metalli e del
greggio. Pesanti invece i titoli finanziari.
 Alle 16,10 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 dei principali
titoli del Vecchio Continente avanza dello 0,58%, mentre il FTSE
100 britannico .FTSE sale dello 0,7%, il CAC 40 francese
.FCHI dello 0,74% e il DAX tedesco .GDAXI dello 0,7%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Nel settore energetico, in luce TOTAL (TOTF.PA: Quotazione), in rialzo
dell'1,9%, E.ON EONG.DE (+3,2%) e BP (BP.L: Quotazione) (+1,1%) sulla scia
di un greggio che scambia sopra i 126 dollari al barile.
 * Tra i minerari, progressi dal 3% al 7% per KAZAKHMYS
(KAZ.L: Quotazione), VEDANTA (VED.L: Quotazione), ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione) e LONMIN
(LMI.L: Quotazione). L'irlandese PROVIDECE RESOURCES PRR.I sale di oltre
il 7% dopo risultati annuali migliori delle attese.
 * Acquisti sulla farmaceutica ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione) (+3,55%
sui massimi da quattro mesi) su voci di mercato di interesse da
parte della concorrente Usa Pfizer (PFE.N: Quotazione), riferiscono i
trader.
 * In calo di oltre il 4% ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione),
sopra i minimi di seduta, penalizzata da fattori tecnici legati
all'aumento di capitale e da una generale disaffezione per il
titolo e per l'intero comparto bancario britannico.