BORSE EUROPA - Indici virano in negativo dopo Fed Filadelfia

giovedì 17 gennaio 2008 16:42
 

                                indici               chiusura
                             alle 16,40    var %       2006
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    4.062,47     -1,12    4.119,94
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.373,72     -0,68    1.483,47
DJ Stoxx banche          378,98     -0,63      510,33
DJ Stoxx oil&gas         398,29     -0,91      411,61
DJ stoxx tech            270,46     +0,01      307,69
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 17 gennaio (Reuters) - Le borse europee girano in
negativo dopo aver registrato le prime dichiarazioni di Ben
Bernanke di fronte alla commisione Bilancio della Camera Usa e,
soprattutto, dopo aver incassato un dato che rafforza i timori
di scivolamento in recessione dell'economia a stelle e strisce.
 Il presidente della Fed ha ribadito di essere pronto a
interventi incisivi sui tassi e ha parlato di un outlook
economico peggiore, con rischi al ribasso per la crescita.
 Molto più preoccupanti, per gli investitori, l'indice sulle
condizioni economiche nella regione medio-atlantica, infatti, a
gennaio è crollato a -20,9, il minimo dal settembre 2001.
 L'indice FTSEurofirst .FTEU3, tonico prima di questo
uno-due proveniente dagli Usa, perde oltre mezzo punto
percentuale, mentre gli indici dei principali listini sono
passati in rosso.
 Il passaggio al segno meno è generalizzato a tutti i
settori, ma sono soprattutto i titoli ciclici, che rimbalzavano
nella prima parte della seduta, ad aver cambiato direzione.
 Male, in particolare, lo stoxx dell'auto , in calo di
un punto percentuale, mentre il segmento che riunisce le società
che operano nelle materie prime  arretra di circa due
punti percentuali, con la compagnia mineraria ANGLO AMERICAN
(AAL.L: Quotazione) che lascia sul terreno oltre il 3% dopo aver annunciato
trattative per acquisire due miniere di ferro per 5,5 miliardi
di dollari.
 Leggermenti positivi i panieri delle tlc e delle utilities,
che si confermano settori difensivi.