BORSE EUROPA - Indici contrastati scia Usa dopo risultati

giovedì 15 maggio 2008 16:44
 

                              indici                chiusura
                            alle 16,40     var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.852,14     -0,14     4.395,61
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.358,39     +0,29     1.506,61
  DJ Stoxx banche          361,66     -0,12       424,26
  DJ Stoxx oil&gas         436,58     +0,64      442,02
  DJ stoxx tech            251,35     -0,05      304,27
---------------------------------------------------------------
 
 MILANO, 15 maggio (Reuters) - Le borse europee sono
contrastate insieme a Wall Street, dopo un'ondata di risultati
trimestrali.
 I settori farmaceutico e petrolifero sono quelli che vanno
meglio, in ribasso banche e assicurazioni.
 Alle 16,40 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 sale dello 0,29% a
3.852 punti, il DJ EuroStoxx cala dello 0,14%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * La banca britannica Barclays (BARC.L: Quotazione) perde l'1,6% dopo
aver annunciato svalutazioni per 1,95 miliardi di dollari e non
aver voluto escludere l'ipotesi di una ricapitalizzazione.
 * Il gruppo bancario e assicurativo belga KBC (KBC.BR: Quotazione), cala
del 6,5%, dopo aver diffuso risultati inferiorei alle previsioni
degli analisti e aver sospeso il programma di buyback.
 * Zurich Financial ZURN.VX, in rialzo del 3%, dopo aver
annunciato un utile trimestrale in crescita del 3%, sopra le
attese, grazie al contenimento dei costi.
 * Il produttore norvegese di gas e greggio StatoilHydro
(STL.OL: Quotazione) sale del 4,5% dopo i buoni risultati e grazie alle
aspettative positive degli investitori sul settore. Aiutano le
previsioni del governo norvegese che in merito al greggio
parlano di declino graduale e per il gas vedono un netto rialzo
della produzione.
 * Il costruttore olandese Heijmans (HEIJ.AS: Quotazione) è tra i
peggiori del mercato ad Amsterdam, con un calo del 19%, dopo un
profit warning e dopo la notizia delle dimissioni
dell'amministratore delegato Guus Hoefsloot.