15 luglio 2008 / 08:00 / 9 anni fa

BORSE EUROPA - Indici in rosso su scia Wall Street e Asia

indici chiusura

alle 9,50 var% 2007 --------------------------------------------------------------- DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E 3.318,48 -0,37 3.711,03 FTSEurofirst300 .FTEU3 1.173,30 -0,4 1.314,42 DJ Stoxx banche .SX7P 283,97 -0,34 337,67 DJ Stoxx oil&gas .SXEP 398,70 -0,46 435,73 DJ stoxx tech .SX8P 217,23 +0,67 249,25 ---------------------------------------------------------------

MILANO, 15 luglio (Reuters) - Le borse europee aprono in rosso, sulla scia dei persistenti timori per il settore finanziario che hanno fatto chiudere in rosso anche le piazza americana e quella asiatica.

Il collasso di Indymac venerdì ha controbilanciato l‘ottimismo generato dal piano del governo Usa per salvare Fennie Mae FNM.N e Freddie Mac FRE.M, che era comunque stato interpretato dai trader come un ulteriore segnale di debolezza del mercato.

Le perdite più nette sono dell‘indice che raggruppa i titoli finanziari .SX7P.

A livello di dati macro la giornata è particolarmente ricca. Alle 10,30 è previsto l‘indice dei prezzi al consumo di giugno della Gran Bretagna; alle 11,00 il dato Zew di luglio sulla fiducia dell‘economia tedesca.

Negli Stati Uniti sono attesi alle 14,30 ora italiana l‘Indice manufatturiero Empire Fed New York, i prezzi della produzione di giugno, le vendite al dettaglio di giugno e le scorte dell‘industria. Alle 16,00 Ben Bernanke, presidente della Federal Reserve, terrà la sua audizione semestrale al Senato americano, presentando il rapporto sulla politica monetaria e le stime macro della Fed.

Il DAX tedesco .GDAXI ha toccato il suo minimo da tre mesi.

Tra i titoli in evidenza:

* CONTINENTAL (CONG.DE), unico titoli del Dax in territorio positivo, sale oltre il 6%. La società automobilistica ha ricevuto un‘offerta da parte dello Schaeffler Group. Secondo il Financial Times Deutschland di oggi, diverse banche hanno acquistato azioni con una call option per Scahefflre, che così deterrebbe già il 30% del capitale.

* La francese DANONE (DANO.PA) perde il 3,54% dopo che Citigroup ha tagliato il suo ratinga a “hold” da “buy” e il suo target price a 45 euro da 62 euro, riflettendo il rischio di un aumento della concorrenza nel mercato dello yogurt.

* Tra le banche più colpite dagli sviluppi della crisi finanziaria, BRADFORD & BINGLEY BB.L, giù dell‘8%, che nell‘assemblea straordinaria prevista giovedì dovrebbe votare a favore di un aumento di capitale da 400 milioni di euro. Male anche BNP PARIBAS (BNPP.PA), SOCIETE GENERALE (SOGN.PA), FORTIS FOR.AS, COMMERZBANK (CBKG.DE) e ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L), che perdonto tra il 3% e il 5%.

* GDF GAZ.PA perde appena lo 0,23% recuperando le proprie perdite, dopo che il suo presidente, Jean-François Cirelli, e quello di SUEZ LYOE.PA, Gérard Mestrallet, hanno annunciato un dividendo straordinario di 0,80 euro per azione.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below