Borse europee in recupero su calo greggio, corre Michelin

lunedì 1 settembre 2008 16:51
 

LONDRA (Reuters) - Le borse europee, orfane di Wall Street, annullano i ribassi grazie al brusco ribasso del petrolio e all'allentarsi della pressione sui bancari, nonostante Commerzbank resti pesante dopo l'annuncio dell'acquisizione di Dresdner Bank da Allianz per 14,5 miliardi di dollari.

Il raffreddamento del prezzo del greggio dopo il declassamento dell'uragano Gustav alla categoria 2 dà slancio al settore delle auto, mentre i petroliferi segnano un deciso calo per lo stesso motivo. Chiudono la classifica dei ribassi del DJ Stoxx i minerari, con un calo di oltre il 3%.

Alle 16,30 il FTSEurofirst 300 cede lo 0,17%. Tra le singole piazze europee, l'indice inglese FTSE 100 arretra dello 0,44%, il tedesco Dax avanza dello 0,35% e il francese Cac 40 dello 0,2%.

Tra i titoli in evidenza:

* COMMERZBANK cede il 10,78% a 17,94 euro dopo un minimo a 17,715 euro. Recupera invece ALLIANZ, positiva a +0,13%. "Il prezzo pagato da Commerzbank per Dresdner è nella parte alta della forchetta, ma non al di fuori del range che avevamo previsto", commenta un analista di Ncb Stockbroker. Nel complesso, l'operazione è definita "troppo cara" dalle case d'affari.

* A trainare all'insù il settore auto, contribuisce il rialzo di MICHELIN. La casa di pneumatici francese avanza del 6,62% con i trader che citano l'upgrade di Merrill Lynch da "buy" a "neutral". "Merrill ha detto che il titolo è tornato a livelli attraenti, che è vero se si guarda al brusco calo che ha subito recentemente", dice un trader. Dall'inizio dell'anno il settore europeo dell'auto ha perso il 27% e Michelin il 41%.

* Sempre sul fronte degli acquisti, RENOVO sale dell'11,11% in risposta alle vendite innescate la scorsa settimana dalla notizia che l'omologa francese SHIRE non intende procedere immediatamente con la fase finale della sperimentazione del farmaco Juvista. La casa biofarmaceutica britannica ha perso oltre il 40% del proprio valore dal 6 agosto a oggi.

* Resta sotto la parità il LONDON STOCK EXCHANGE, che scende del 2% dopo che il Financial Times ha scritto che la società mercato introdurrà decisi tagli alle commissioni e incentivi per i trader.

* Cresce del 5,18% AUSTRIAN AITRLINES, con i trader che scommettono che la quota della compagnia messa in vendita dalla holding di stato Oeiag possa strappare un buon prezzo agli eventuali acquirenti. Indiscrezioni di stampa citano tra le compagnie interessate l'inglese BRITISH AIRWAYS, mentre la tedesca LUFTHANSA e la russa S7 hanno detto di aver già manifestato il proprio interesse. AIR-FRANCE, Air China e Turkish Airlines sono indicate dai media come altre possibili pretendenti.

 
<p>Un operaio dell'azienda francese di pneumatici Michelin in un magazzino di stoccaggio (immagine d'archivio). REUTERS/Regis Duvignau (Francia)</p>