BORSE EUROPA - Indici ritracciano su inflazione Usa oltre attese

venerdì 14 dicembre 2007 16:42
 

                                indice               chiusura
                             alle 16,25    var %       2006
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx50 .STOXX50E    4.372,26     +0,03    4.119,94
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.512,92     +0,21    1.483,47
DJ Stoxx banche          431,47     +0,35      510,33
DJ Stoxx oil&gas         440,04     +1,27      411,61
DJ stoxx tech            308,40     +0,45      307,69
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 14 dicembre (Reuters) - Negli scambi del tardo
pomeriggio gli indici europei annullano in parte il recupero
della prima parte della seduta, depressi dall'accelerazione
superiore alle attese dell'inflazione Usa di novembre.
 Lo sfumare della prospettiva di nuovi tagli dei tassi da
parte di Federal Reserve mantiene Wall Street in negativo e
porta i mercati europei in sostanziale parità.
 I dati a cura del dipartimento al Lavoro mostrano come il
mese scorso i prezzi al consumo statunitensi siano cresciuti di
0,8%, due decimi oltre il consensus e record da settembre 2005.
 Particolarmente colpito il settore dei minerari, appesantito
dal rientro delle quotazioni di metalli e oro e dal downgrade
del settore varato da Goldman Sachs oltre che dalla caduta di
oltre 4% di Anglo American (AAL.L: Quotazione).
 Decisamente meglio fanno i petroliferi, forti della recente
risalita del greggio: guadagnano intorno a 1% Royal Dutch Shell,
circa 1,5% Bp (BP.L: Quotazione) e 0,8% Total Fina (TOTF.PA: Quotazione). Brillante Galp
(GALP.LS: Quotazione) a quasi +7%.
 Intorno alle 16,15 il londinese FTSE 100 .FTSE guadagna
0,4%, il Dax di Francoforte .GDAXI scivola di 0,15% e il Cac
40 di Parigi .FCHI lima uno 0,05%.
 Tra i titoli in evidenza:
     LAND OF LEATHER LAN.L avanza oltre 12%, senza però
arrivare a compensare il crollo di 22% della vigilia legato a
prospettive di una deludente stagione natalizia
 
 NORTHERN ROCK NRK.L si conferma brillante, con un balzo di
circa 7% dopo l'annuncio che il gruppo Olivant proseguirà i
colloqui per l'acquisto della banca. Secondo una fonte vicina
alla vicenda la decisione è arrivata dopo che è stato garantito
al gruppo di investitori che verrà trattato in modo equo
rispetto ai concorrenti
 RENAULT (RENA.PA: Quotazione) cede oltre l'1%, invertendo il percorso
rialzista imboccato dopo l'annuncio sulle vendite mondiali