BORSE EUROPA - Indici positivi dopo dati macro Cina

lunedì 1 giugno 2009 10:28
 

                                  indici              chiusura
                             alle 10,05     var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.514,07    +2,56    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        879,87    +2,06      831,97
DJ Stoxx banche          186,88    +1,99      149,51
DJ Stoxx oil&gas         304,20    +2,25      264,50
DJ Stoxx tech            175,38    +1,94      152,86
---------------------------------------------------------------
 
 FRANCOFORTE, 1 giugno (Reuters) - Le azioni europee sono in
rialzo sulla scia dei mercati di Asia e Stati Uniti, positivi
dopo i dati cinesi che hanno evidenziato una crescita moderata
dell'attività manifatturiera in maggio.
 Alle 10,05 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 è in rialzo
del 2,06% a 879,87 punti, dopo aver raggiunto 880,55 punti,
massimo dal 9 gennaio.
 Le borse asiatiche e il dollaro australiano hanno toccato i
massimi da 8 mesi dopo che l'indice dei direttori acquisti
cinese (PMI) per il terzo mese consecutivo è rimasto sopra quota
50, che delimita espansione da contrazione, alimentando le
speranze che, sul fronte economia, il peggio sia passato.
 "Tre mesi consecutivi sopra quota 50 mostrano che la
politica cinese di incentivi sta funzionando. Sembra che ci sia
una ripresa in Cina, che potrebbe portare a una ripresa
sostenuta e a un re-rating dei prezzi delle materie prime e
delle azioni collegate", dice IG Markets in una nota.
 Nel pomeriggio sono attesi i dati dell'Institute of Supply
Management (ISM) Usa di maggio.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * BANCHE  in rialzo del 2% danno il maggiore
contributo all'indice, con SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione) +3%,
COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione) +2,9%, BANCO SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) +2,5% e
ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) +4,7%.
 * Un aumento del 2% del prezzo del greggio ha sostenuto i
titoli del settore, con TOTAL (TOTF.PA: Quotazione) +2,2%, ROYAL DUTCH SHELL
(RDSa.L: Quotazione) +1,7% e STATOILHYDRO (STL.OL: Quotazione) +2,4%.
 * RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) sale del 5,7%, dopo i rialzi delle
materie prime. La società ha concordato di allungare la scadenza
entro la quale Chinalco, azionista cinese, deve confermare se
aiuterà l'espansione dell'impianto Yarwun 2 Aluminia.
 * Sostenuti dall'aumento delle materie prime anche ANGLO
AMERICAN (AAL.L: Quotazione) +5,7% e BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione) +4,1%.
 *ARCANDOR (AROG.DE: Quotazione) sale di oltre il 10% dopo che il capo
del socialdemocratici tedeschi si è detto favorevole a offrire
un sostegno statale alla società. Un esponente dei conservatori
si è opposto.
 *HYPO REAL ESTATE HRXG.DE sale del 2%. La società avrà
bisogno di nuovi aiuti di Stato anche dopo l'aumento di capitale
che il governo sta portando a termine per prendere controllo
della società, ha detto l'AD. J.C Flowers ha ribadito che non
intende partecipare a una ricapitalizzazione.
 VOLKSWAGEN (VOWG.DE: Quotazione) e PORSCHE (PSHG_p.DE: Quotazione) in rialzo di
oltre il 3%, con l'indice di settore, che mette a segno un
aumento di oltre il 4%. Il responsabile del sindacato di
Volkswagen, Bernd Osterloh, ha detto al giornale tedesco
Frankfurter Allgemeine Zeitung di avere poca fiducia nei due top
manager di Porsche e che il sindacato  è ancora scettico
sull'ipotesi di fusione. Il Qatar sta ancora considerando la
possibilità di prendere una quota di Porsche o di un'altra
società tedesca.