BORSE EUROPA - Indici cedono oltre 1% con bancari

mercoledì 13 febbraio 2008 09:52
 

                                indici               chiusura
                             alle 9,45      var %       2007
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 0 .STOXX50E    3.754,55     -1,28    4.395,61
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.317,72     -1,24    1.506,61
DJ Stoxx banche          350,90     -1,58      424,26
DJ Stoxx oil&gas         388,50     -1,15      442,02
DJ stoxx tech            275,18     -1,77      304,27
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 13 febbraio (Reuters) - L'azionario europeo scivola
di oltre un punto percentuale esaurendo la spinta innescata
dall'offerta da 800 miliardi di dollari di Warren Buffett per
salvare un gruppo di riassicuratori di bond americani.
 Sui listini grava la debolezza dei bancari, con Barclays
(BARC.L: Quotazione) e UBS UBSN.VX in calo di oltre due punti percentuali,
mentre salta all'occhio il ribasso di Bradford & Bingley BB.L.
L'istituto crolla del 12% dopo aver annunciato perdite legate
all'esposizione ad alcuni asset.
 Intorno alle 9,45 il benchmark paneuropeo FTSEUrofirst 300
<,FTEU3> si muove in ribasso dell'1,24% 1 1.317,72 punti.
 Sui singoli mercati l'Ftse londinese .FTSE arretra dello
1,42%, il Dax di Francoforte .GDAXI dell'1,27% e il Cac 40
parigino .FCHI dell'1,05%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * NORTHERN ROCK NRK.L cede oltre il 7% dopo che una fonte
ha riferito che Virgin è il candidato preferito dal governo
britannico per rilevare la banca in difficoltà. Tuttavia
l'azienda del mliardario Richard Branson dovrà alzare la sua
offerta se vuole evitare che prenda piede l'ipotesi
nazionalizzazione, al momento la soluzione migliore per i
contribuenti.
 * Sempre a Londra venduta RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) (-1,7%),
nonostante il colosso minerario abbia archiviato il secondo
semestre in rialzo del 9%, grazie ad una produzione record di
minerale ferroso. L'azienda ha ribadito oggi il suo no
all'offerta ostile della rivale BHP Billiton (BHP.AX: Quotazione), spiegando
che c'è un "abisso" tra quella proposta e il giusto valore della
società.
 * ARCELOR MITTAL (ISPA.AS: Quotazione) scivola di circa 3% dopo la
presentazione di risultati 2007 in linea con le attese e
l'annuncio di previsioni ottimistiche per il primo trimestre
2008.
 * PEUGEOT (RENA.PA: Quotazione) (+3,57%) è una delle poche note positive
dell'indice francese dopo la pubblicazione dei risultati
annuali.
 * In controtendenza anche TOTAL (TOTF.PA: Quotazione), in lieve
progresso (+0,2%) dopo la pubblicazione della trimestrale. Il
colosso energetico ha registrato negli ultimi tre mesi dell'anno
una crescita del 14% degli utili, favorita dal caro greggio e da
un modesto incremento della produzione.
 * A Parigi prosegue il momento negativo di ALCATEL-LUCENT
ALUA.PA, fanalino di coda del CAC francese.