Borse Europa, indici in rialzo con energetici e minerari

martedì 12 febbraio 2008 09:55
 

MILANO (Reuters) - L'azionario europeo guadagna terreno, sostenuto dai rialzi degli energetici, mentre le voci di M&A mettono le ali ai minerari.

Dopo un avvio ben intonato, perdono invece forza i bancari.

Intorno alle 9,40 il benchmark paneuropeo FTSEUrofirst 300 si muove in rialzo dello 0,41% 1 1.296,16 punti.

Sui singoli mercati l'Ftse londinese avanza dello 0,49%, il Dax di Francoforte dello 0,6% e il Cac 40 parigino dello lo 0,45%.

Le voci di takeover nel segmento minerario danno carburante ai big Anglo American e BHP Billiton, che accelerano di oltre due punti percentuali.

Pesanti gli assicuratori, dopo le maxi svalutazioni annunciate da American International Group. Il colosso americano delle assicurazioni ha annunciato perdite per 5 miliardi di dollari e ammesso controlli interni deboli dopo l'esplosione della crisi subprime e problemi nella valutazione degli asset in portafoglio.

Tra i titoli in evidenza:

* CREDIT SUISSE peggiora e perde circa il 3% dopo aver chiuso il quarto trimestre con un calo del 49% dell'utile netto a 1,33 miliardi di franchi svizzeri, leggermente sotto le attese. La banca ha inoltre annunciato 1,259 miliardi di svalutazioni per le esposizioni, confermando di essere uscita quasi indenne dalla bufera dei subprime Usa.

* Lettera su XSTRATA (-1,21%), dopo che il gruppo ha respinto un'offerta in cash e azioni da 76 miliardi di dollari da parte del gruppo minerario brasiliano Vale, secondo quanto scritto dal Financial Times.   Continua...

 
<p>Operatori di borsa al lavoro. REUTERS</p>