BORSE EUROPA -Indici in rialzo trainati da settore materie prime

lunedì 12 maggio 2008 09:58
 

                              indici                chiusura
                            alle   9,50    var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.830,04     +0,75     4.395,61
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.352,21     +0,71     1.506,61
  DJ Stoxx banche          364,80     +0,38       424,26
  DJ Stoxx oil&gas         434,44     +1,18      442,02
  DJ stoxx tech            248,91     -1,53      304,27
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 12 maggio (Reuters) - Le borse europee recuperano
terreno nei primi scambi della mattinata recuperando in parte
dalle perdite di venerdì.
 In evidenza i titoli legati all'andamento delle materie
prime, con gli energetici come Total (TOTF.PA: Quotazione) e BP (BP.L: Quotazione)
galvanizzati dall'andamento dei derivati del greggio che non si
allontanano dai massimi oltre 126 dollari al barile fatti
segnare nell'ultma sessione.
 Con gli investitori in attesa dell'annuncio di Hsbc (HSBA.L: Quotazione)
che potrebbe svalutare secondo il Times investimenti fino a 4
miliardi di dollari, l'attenzione si è rivolta al mercato
asiatico dove un terremoto in mattinata ha colpito il sud-est
della Cina.
 Alle 9,50 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 guadagna lo 0,71%,
mentre sulle singole piazze il FTSE 100 .FTSE sale dello
0,72%, il GDAXI .GDAXI lo 0,82% e il CAC 40 .FCHI lo 0,92%.
 Tra i titoli in evidenza:
 * Positivo anche il settore dei minerari, con Rio Tinto
(RIO.L: Quotazione) e Xstrata XTA.L in rialzo di oltre l'1%. Il Financial
Times questa mattina ha riportato un'indagine secondo cui i
direttori del settore si attendono il proseguimento dell'ondata
di M&A anche per il prossimo anno.
 * Il titolo del gruppo assicurativo Standard Life (SL.L: Quotazione)
guadagna il 3% dopo che una nota Citigroup ha migliorato il
giudizio a "buy".
 * La tedesca Merck KGaA (MRCG.DE: Quotazione) perde l'1,4% dopo che
Morgan Stanley ha tagliato il rating sul titolo a "equal weight"
da "overweight".