BORSE EUROPA - Indici in rialzo con energetici e minerari

martedì 12 febbraio 2008 09:47
 

                                indici               chiusura
                             alle 9,40     var %       2007
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 0 .STOXX50E    3.692,50     +0,38    4.395,61
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.296,16     +0,41    1.506,61
DJ Stoxx banche          341,89     -0,34      424,26
DJ Stoxx oil&gas         384,12     +1,20      442,02
DJ stoxx tech            273,20     +0,93      304,27
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 11 febbraio (Reuters) - L'azionario europeo guadagna
terreno, sostenuto dai rialzi degli energetici, mentre le voci
di M&A mettono le ali ai minerari.
 Dopo un avvio ben intonato, perdono invece forza i bancari.
 Intorno alle 9,40 il benchmark paneuropeo FTSEUrofirst 300
<,FTEU3> si muove in rialzo dello 0,41% 1 1.296,16 punti.
 Sui singoli mercati l'Ftse londinese avanza dello
0,49%, il Dax di Francoforte dello 0,6% e il Cac 40 parigino
dello lo 0,45%.
 Le voci di takeover nel segmento minerario danno carburante
ai big Anglo American (AAL.L: Quotazione) e BHP Billiton (BLT.L: Quotazione), che
accelerano di oltre due punti percentuali.
 Pesanti gli assicuratori, dopo le maxi svalutazioni
annunciate da American International Group AIGH.N. Il colosso
americano delle assicurazioni ha annunciato perdite per 5
miliardi di dollari e ammesso controlli interni deboli dopo
l'esplosione della crisi subprime e problemi nella valutazione
degli asset in portafoglio.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * CREDIT SUISSE CSG.VX peggiora e perde circa il 3% dopo
aver chiuso il quarto trimestre con un calo del 49% dell'utile
netto a 1,33 miliardi di franchi svizzeri, leggermente sotto le
attese. La banca ha inoltre annunciato 1,259 miliardi di
svalutazioni per le esposizioni, confermando di essere uscita
quasi indenne dalla bufera dei subprime Usa.
 * Lettera su XSTRATA XTA.L (-1,21%), dopo che il gruppo ha
respinto un'offerta in cash e azioni da 76 miliardi di dollari
da parte del gruppo minerario brasiliano Vale (VALE5.SA: Quotazione),
secondo quanto scritto dal Financial Times.
 * Preso di mira dagli ordini di vendita TELE2 (TEL2b.ST: Quotazione)
(-3,7%), dopo che l'operatore Tlc ha registrato un utile
inferiore alle attese nel quarto trimestre e un dividendo
deludente. Il gruppo scandinavo ha inoltre annunciato un buyback
del 10% del capitale.
 * Ben comprata SANOFI-AVENTIS (SASY.PA: Quotazione) (+2,1%). Il gruppo
ha archiviato il quarto trimestre con un utile netto di 1,462
miliardi di euro (consensus 1,442 miliardi).
 * SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione) scivola dell'1,9% nonostante 
Ubs abbia rivisto al rialzo la raccomandazione sulla banca a
"buy" da "neutral" con un nuovo prezzo obiettivo di 94 euro da
76.
 * Seduta inizata male anche per SECURITAS (SECUb.ST: Quotazione)
(-1,07%). La società svedese ha archiviato gli ultimi tre mesi
del 2007 con un utile ben al di sotto delle attese del mercato.
 * NORTHERN ROCK NRK.L avanza di quasi l'1,5% a Londra.
Oggi Wilbur Ross, finanziere facente parte del consorzio guidato
dalla Virgin del miliardario Richard Branson, ha detto di
considerare la proposta d'aquisto della cordata "abbastanza
superiore" alle offerte rivali, precisando che il suo fondo
contribuirà all'investimento con 500 milioni di sterline.
 * IKB IKB.DE fa un balzo del 4,64%. Secondo due quotidiani
tedeschi, che citano fonti anonime, il governo sarebbe pronto a
correre in soccorso della travagliata banca. Un portavoce del
dicastero delle Finanze non ha voluto commentare la notizia.
 * Positiva la tedesca VOLSWAGEN (VOWG.DE: Quotazione) (+0,3%) dopo che
la casa automobilistica ha annunciato di aspettarsi che il
business dei veicoli commerciali migliori ulteriormente.