BORSE EUROPA - Indici in calo 1% circa, male tech scia AMD

martedì 8 aprile 2008 09:55
 

                              indici                chiusura
                             alle 9,50     var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.790,32     -1,0     4.395,61 
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.313,38     -1,2     1.506,61 
  DJ Stoxx banche          362,92     -1,85      424,26 
  DJ Stoxx oil&gas         381,14     -0,67      442,02 
  DJ stoxx tech            246,97     -2,92      304,27 
---------------------------------------------------------------
 
 FRANCOFORTE, 8 aprile (Reuters) - Le borse europee si
muovono debolmente, con cali intorno al punto percentuale, sui
timori di tenuta degli utili societari. 
 Pesa anche l'andamento negativo di titoli energetici e
tecnologici.
 Attorno alle 9,50 italiane, il Ftseurofirst 300 .FTEU3,
paniere dei 300 titoli principali, cede l'1,24%. Tra gli indici
di riferimento dei singoli paesi, il Ftse 100 britannico .FTSE
perde lo 0,96%, il Cac 40 francese .FCHI l'1,07%% e il Dax
tedesco  l'1%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * TOMTOM (TOM2.AS: Quotazione) è tra i peggiori, con una flessione del
12% circa, dopo che il produttore olandese di navigatori
satellitari ha ridotto le stime di ricavi per il 2008.
 * Bancari ancora sotto pressione, dopo che l'AD di BNP
Paribas (BNPP.PA: Quotazione) ha dichiarato che è difficile per la banca
mantenere la promessa di ripetere quest'anno i ricavi record
realizzati nel 2007 a causa del peggioramento della volatilità
dei mercati. Bnp cede l'1,3%, Royal Bank of Scotland (RBS.L: Quotazione) e
Barclays (BARC.L: Quotazione) entrambi in calo del 3% circa.
 * INFINEON (IFXGn.DE: Quotazione) cede oltre il 6% dopo che la
statunitense Advanced Micro Devices AMD.N, secondo produttore
al mondo di chip per computer, ha comunicato l'intenzione di
ridurre del 10% la forza lavoro dopo aver realizzato nel primo
trimestre vendite in calo oltre le attese.
 * DEUTSCHE POSTBANK DPBGn.DE perde il 4,5% dopo che un
giornale tedesco ha riportato alcune dichiarazioni dell'AD della
società controllante secondo cui non c'è fetta nella vendita di
Postbank.