BORSE EUROPA - Indici lievemente negativi su prese di beneficio

lunedì 5 maggio 2008 09:51
 

                              indici                chiusura
                            alle  9,30    var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.289,25     -0,13     4.395,61
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.360,15     -0,09     1.506,61
  DJ Stoxx banche          378,04     -0,07       424,26
  DJ Stoxx oil&gas         427,02     -0,21      442,02
  DJ stoxx tech            248,65     -0,17      304,27
---------------------------------------------------------------
 PARIGI, 5 maggio (Reuters) - Le borse europee sono deboli in
apertura dopo i commenti di Warren Buffett che ha parlato di
economia Usa in recessione e che ha spinto gli investitori a
prendere profitto parte dei rialzi della scorsa settimana.
 Alle 9,30 italiane l'indice Ftse Eurofirst 300 .FTEU3
perde lo 0,09%, il DJ Stoxx 50 .STOXX50E lo 0,13%.
 Gli indici, che venerdì sono saliti dopo i dati macro che
indicavano un'economia Usa più reattiva rispetto alle
previsioni, la scorsa settimana hanno guadagnato il 2,5% circa.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 
 EADS EAD.PA perde il 3%, dopo le notizie di stampa dalla
Germania, che parlano della possibilità di problemi per Airbus
nel piano per la vendita di alcuni siti produttivi e a causa di
ritardi nelle consegne degli A380 superjumbo.
 
 ACCOR (ACCP.PA: Quotazione) balza del 2,5% dopo la notizia del
rafforzamento nel suo capitale del fondo Usa Colony Capital e di
Eurazeo (EURA.PA: Quotazione). Colony Capital ed Eurazeo hanno manifestato
l'intenzione di salire al 30%, ma hanno escluso di voler
prendere il controllo.
 
 GFK (GFKG.DE: Quotazione) sale di oltre il 3% dopo che Taylor Nelson
Sofres TNS.L, che ha respinto un'offerta da 950
milioni di sterline non sollecitata da parte del gruppo del
settore pubblicità WPP (WPP.L: Quotazione), ha detto che un annuncio per una
fusione con GfK arriverà a breve.
 
 LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione) perde lo 0,6% circa dopo le
indiscrezioni di stampa di un incontro con Unicredit per
l'eventuale partecipazione della società tedesca in una cordata
italiana per rilevare Alitalia. La compagnia tedesca non ha
commentato.