Borse europee stabili in vista decisione tassi,balza TeliaSonera

giovedì 5 giugno 2008 09:56
 

                             indici                chiusura
                            alle 9,50      var%       2007
---------------------------------------------------------------
  DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   3.704,20     +0,14    3.711,03
  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.314,74     +0,22    1.314,42
  DJ Stoxx banche          332,31     +0,37      337,67
  DJ Stoxx oil&gas         420,85     -0,33      435,73
  DJ stoxx tech            251,01     -0,08      249,25
---------------------------------------------------------------
 FRANCOFORTE, 5 giugno (Reuters) - Le borse europee sono poco
mosse nei primi scambi della seduta in attesa delle decisioni
sui tassi della Bce e della Bank of England mentre TeliaSonera
TLSN.ST balza dell'8% sull'offerta da parte di France Telecom
(FTSE.PA: Quotazione) ma già respinta all'unanimità dal board dell'operatore
nordico.
 Il gruppo tlc francese, che ha proposto un'offerta mista in
azioni e contanti dal valore di circa 280 miliardi di corone
svedesi, cede circa il 3,5%.
 Il calo dei prezzi petrolio a circa 122 dollari il barile e
la flessione delle quotazioni di alcuni metalli di base spingono
al ribasso i titoli energetici e minerari.
 Sul fronte macro gli economisti non si aspettano cambiamenti
di politica monetaria nelle riunione odierne delle due banche
centrali le cui attenzioni saranno rivolte all'inflazione.
 Attorno alle 9,50 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU segna un
lieve rialzo dello 0,2%.     
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * CREDIT AGRICOLE (CAGR.PA: Quotazione) scivola del 5% ai minimi dei
cinque anni dopo avere annunciato le modalità dell'aumento di
capitale da 5,9 miliardi di euro offerto a sconto rispetto alle
attese degli analisti.
 Ieri l'istituto francese ha detto che offrirà una nuova
azione ogni tre titoli posseduti al prezzo di sottoscrizione di
10,6 euro per azione.
 
 * La tedesca POSTBANK DPBGn.DE, tra i migliori dell'indice
Dax, sale del 2,5% dopo che fonti hanno riferito che potenziali
acquirenti hanno avanzato delle lettere d'intenti per la banca
retail.