4 giugno 2008 / 14:52 / 9 anni fa

Borse europee confermano calo, poco oltre minimo sei settimane

indici chiusura

alle 16,40 var% 2007 --------------------------------------------------------------- DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E 3.686,71 -1,35 3.711,03 FTSEurofirst300 .FTEU3 1.307,66 -1,61 1.314,42 DJ Stoxx banche .SX7P 328,76 -1,49 337,67 DJ Stoxx oil&gas .SXEP 422,73 -3,22 435,73 DJ stoxx tech .SX8P 249,83 -1,73 249,25 ---------------------------------------------------------------

FRANCOFORTE, 4 giugno (Reuters) - Negli scambi del tardo pomeriggio i listini europei confermano la flessione, arrivando a toccare il minimo delle ultime sei settimane complice la correzione del settore bancario e la debolezza dei settori energia e minerari, depressi dal rientro dei prezzi delle materie prime.

L'indice delle blue chip FTSEurofirst scivola fino al record negativo dal 24 aprile scorso salvo poi risalire frazionalmente la china grazie alla tenuta di Wall Street in apertura.

A guidare la discesa del mercato da segnalare il sottoindice degli energetici, quest'anno finora tra i più priviegiati, con una flessione superiore al 3% sulla falsariga della correzione del greggio.

I contratti sul Nymex Usa scivolano infatti al di sotto dei 124 dollari, minimo da quasi tre settimane, colpiti da timori sulla domanda asiatica e apprezzamento del dollaro a dispetto della lettura nettamente peggiore delle attese sulle scorte settimanali statunitensi.

Molto male dunque fanno Total (TOTF.PA), Royal Dutch Shell (RDSa.L) in calo rispettivamente di 3,2% e 2,5%.

Intorno alle 16,30 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 è in calo di 1,54%, mentre il Dj Eurostoxx 50 .STOXX50E arretra di circa 1,3%. Tra i singoli mercati, il Dax tedesco .GDAXI cede 1,05%, il Cac francese .FCHI l'1,48% e l'indice Ftse100 di Londra accusa un -1,5%.

Tra i titoli in evidenza:

* Debole il settore auto, colpito dai deludenti dati sulle vendite Usa e dal tono ribassista dell'ultima nota SocGen, che parla del rincaro delle materie prime

Cede l'1,9% il titolo Daimler (DAIGn.DE), 2,6% Fiat FIA.MI e 2,5% Peugeut (PEUP.PA), le ultime due penalizzate dal peggioramento del giudizio SocGen. Tra i produttori di pneumatici Continental (CONG.DE) e Michelin (MICP.PA) arretrano rispettivamente 3,2% e 1,8%

* Affonda ulteriormente Bouygues (BOUY.PA), in calo di circa 6,5% dopo l'annuncio di un primo trimestre in linea con le attese a livello operativo ma sotto le stime a livello di risultato netto

* Male la tedesca ThyssenKrupp (TKAG.DE), in calo di quasi 3% sulla spinta di prese di beneficio e voci di mercato circa una riduzione del giudizio da parte di Lehman Brothers

* In controtendenza nel settore bancario da segnalare Royal Bank of Scotland (RBS.L), con un brillante +1,7% dopo la promozione del giudizio da parte di Morgan Stanley

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below