Borse europee virano in rosso dopo dati occupati Usa deludenti

venerdì 4 gennaio 2008 15:11
 

LONDRA, 4 gennaio (Reuters) - Le piazze finanziarie europee invertono la tendenza, arrivando a perdere oltre l'1%, dopo che i dati mensili sugli occupati Usa hanno mostrato una crescita del mercato del lavoro più debole del previsto, rafforzando le attese di un nuovo taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

I nuovi occupati non agricoli sono aumentati di 18.000 unità a dicembre dalle 115.000 del mese precedente e contro le 70.000 attese dagli economisti interpellati da Reuters.

A corroborare le prospettive di un'ulteriore azione espansiva da parte della Fed, anche l'incremento del tasso di disoccupazione, balzato al 5% dal 4,7% di novembre.

In risposta alle cifre poco dopo le 15 il benchmark paneuropeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 lascia sul campo l'1,2% a 1.466,95 punti.

Tra i singoli comparti particolarmente deboli le banche. Ubs UBS.VX cede l'1,9%, Banco Santander (SAN.MC: Quotazione) il 2% e Credit Suisse CSGN.VX l'1,7%.

Alla stessa ora il paniere londinese FTSE 100 .FTSE arretra dello 0,4%, mentre il DAX di Francoforte .GDAXI dello 0,8%. Il CAC 40 .FCHI parigino scivola dello 0,7%.