BORSE EUROPA - In calo su timori Dubai, calano energetici

lunedì 30 novembre 2009 16:26
 

                               indici              chiusura
                           alle  16,15     var%      2008
---------------------------------------------------------------


DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.821,20    -0,35    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        993,15    -0,67      831,97
DJ Stoxx banche          220,83    -0,34      149,51
DJ Stoxx oil&gas         312,10    -0,98      264,50
DJ Stoxx tech            176,50    -1,04      152,86
 ---------------------------------------------------------------
 FRANCOFORTE, 30 novembre (Reuters) - Le borse europee sono
in ribasso appesantite dai titoli energetici, con i bancari poco
mossi dopo le vendite della prima parte della seduta.
 Ieri gli Emirati arabi uniti hanno offerto aiuto alle banche
in difficoltà, un primo passo per allontanare il rischio che il
default di due delle principali società di Dubai possa frenare
la ripresa economica.
 Ma il mercato resta fragile, nonostante la decisione della
Banca centrale di fornire liquidità agli istituti di Dubai e la
promessa del vicino Abu Dhabi di dare sostegno selettivo alle
società in difficoltà.
 Klaus Wiener, responsabile della ricerca di Generali
Investments, dice che gli investitori restano preoccupati in
merito all'impatto dei problemi di debito a Dubai. "Aggiunge
incertezza", spiega. Non vede però forti vendite sull'azionario
nel breve termine. "Il mercato dovrebbe essere in grado di
tenere gli attuali livelli. Prevediamo un flusso di dati
ragionevolmente positivo che potrebbe aiutare a stabilizzare il
mercato", dice Wiener.
 Alle 10,10 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde lo 0,67%. Sui
singoli mercati, il Cac-40 francese .FCHI scende dello 0,75% e
il Dax tedesco .GDAXI dello 0,56%, a Londra il Ftse 100
.FTSE cede lo 0,52%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tra gli energetici, BG Group BG.L, BP (BP.L: Quotazione) e Royal
Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione) perdono dallo 0,6 all'1,6%. In
controtendenza Sterling Energy (SEY.L: Quotazione), che avanza del 6,5% dopo
aver annunciato che inizierà i lavori per un nuovo pozzo in
Kurdistan a dicembre.
 *L'utility tedesca RWE (RWEG.DE: Quotazione) perde l'1,5% dopo che l'AD
ha dichiarato alla stampa che la società userà i proventi della
vendita della propria quota in American Water per ridurre il
debito, invece che per pagare un extra- dividendo.  
 * Stoxx delle auto  negativo (-0,8%) nonostante un
iniziale avvio positivo di alcuni dei titoli guida del settore
aiutati da un report di Goldman Sachs. Positive Porsche
(PSHG_p.DE: Quotazione), RENAULT (RENA.PA: Quotazione) e Fiat FIA.MI.
 * CADBURY CBRY.L poco mossa. L'AD Todd Stitzer, secondo
quanto riportato dai giornali, ha detto che la società ha "forti
similitudini culturali" con Hershey (HSY.N: Quotazione). Le voci su una
battaglia per il controllo di Cadbury tra Kraft Foods KFT.N  e
altri, inclusa Hershey, hanno spinto al rialzo i titoli della
società nelle ultime sedute. Kraft ha messo sul tavolo
un'offerta cash e azioni per 9,9 miliardi di sterline.
 * BANK OF IRELAND (BKIR.I: Quotazione) perde il 3% sulle attese meno
ottimistiche sui trasferimenti alla bad bank irlandese e la
conseguente necessità di raccogliere un ammontare più alto di
nuovi capitali.
 * DCD Media (DCD.L: Quotazione) vola, guadagnando il 30% circa, dopo
aver annunciato la riduzione del debito e l'arrivo di nuovi
finanziamenti, grazie soprattutto alla conversione di 6,93
milioni di sterline di bond convertibili da parte di Highbridge
Capital Management.
 ((Redazione Milano, +39 02 66129431,
milan.newsroom@news.reuters.com))
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia