Gravina: studenti organizzano corteo in memoria di fratellini

venerdì 29 febbraio 2008 15:42
 

BARI (Reuters) - Gli studenti di Gravina di Puglia, il paese dove sono stati ritrovati i cadaveri di Salvatore e Francesco Pappalardi, hanno organizzato per lunedì prossimo un corteo per ricordare i due fratellini morti in fondo ad un pozzo.

"L'iniziativa è nata spontaneamente tra noi studenti, anche attraverso il web, dopo il macabro ritrovamento a 20 mesi dalla scomparsa dei corpi dei due sfortunati fratellini", ha detto a Reuters un portavoce degli organizzatori.

Intanto continuano le indagini degli inquirenti per far luce sulla morte dei Pappalardi, scomparsi nel giungo del 2006 e ritrovati fortuitamente qualche giorno fa.

Il padre dei due è stato accusato di duplice omicidio volontario e occultamento dei cadaveri, e per questo si trova in carcere dal novembre scorso.

Dopo il ritrovamento, però, sembra farsi strada l'ipotesi che i fratelli siano caduti nella cisterna accidentalmente o forse mentre tentavano di scappare dalle minacce di punizioni del padre.

Il corteo degli studenti dell'istituto tecnico "Bachelet" prenderà il via alle 9 di mattina dal casolare dove sono stati ritrovati i Pappalardi e si concluderà in piazza della Stazione con un momento di riflessione e preghiera, secondo quanto riferito dagli organizzatori che per l'occasione hanno già preparato centinaia di magliette bianche con la scritta: "Ciccio e Tore nei nostri cuori".

Nel frattempo, fonti mediche riferiscono che migliorano le condizioni di Michele, l'undicenne che lunedì scorso è caduto accidentalmente nello stesso pozzo dei Pappalardi permettendo il loro ritrovamento.

"Il ragazzo è ancora in prognosi riservata ma siamo sicuri di un recupero completo", ha detto le fonti.

Michele, che è ricoverato nel reparto di chirurgia del policlinico di Bari, non sa nulla della vicenda dei Pappalardi. E' stato uno dei suoi soccorritori ad accorgersi della presenza di altri corpi più sotto nel pozzo e i suoi genitori hanno preferito non dirgli nulla per il momento.   Continua...

 
<p>Immagine d'archivio degli operatori sanitari che portano via il corpo di uno dei due fratellini trovati in fondo a una cisterna a Gravina in Puglia. REUTERS/Ciro De Luca/Agnfoto (ITALY)</p>