Gb, esercito considera ritiro Harry da Afghanistan

venerdì 29 febbraio 2008 08:35
 

LONDON (Reuters) - I vertici militari della Gran Bretagna stanno considerando se ritirare il principe Harry dall'Afghanistan dopo che un sito internet ha rivelato che il terzo in linea di successione al trono britannico è impegnato a combattere da circa 10 settimane sul fronte contro i talebani.

La rivelazione ha infatti creato preoccupazione che il figlio di Carlo d'Inghilterra e della principessa Diana possa ora diventare quello che in gergo militare viene definito un obiettivo ad alto valore simbolico per al Qaeda e altri gruppi militanti.

Harry, che ha 23 anni, è stato schierato con le truppe impegnate contro i talebani nella parte meridionale dell'Afghanistan nella provincia di Helmand, dopo che qualche mese prima i piani per inviarlo sul fronte iracheno furono cancellati a causa delle minacce di rapimento giunte da militanti locali.

I vertici dell'esercito hanno acconsentito di inviarlo sul fronte solo dopo che i media britannici e alcuni membri selezionati della stampa internazionale avevano accettato di non riportare la notizia del suo schieramento al fianco delle truppe britanniche prima del suo rientro in patria.

L'embargo è stato però infranto ieri quanto siti internet tedeschi, australiani e statunitensi hanno rilanciato la notizia, facendo scattare l'allarme nei vertici militari.

"Ora che la storia è di pubblico dominio, il capo di gabinetto ed io chiederemo il parere dei comandanti operativi per giudicare se la missione (del principe Harry) possa continuare", ha detto in un comunicato il capo dell'esercito, generale Richard Dannatt. "Sono molto deluso che dei siti stranieri abbiano deciso di rivelare la notizia senza prima consultarci", ha aggiunto.

Harry è responsabile del coordinamento dei raid aerei contro le posizione dei talebani, ha condotto pattugliamenti a piedi ed è stato coinvolto in scambi a fuoco con il nemico, secondo quanto si evince dalle foto mostrate dai media una volta rotto l'embargo.

 
<p>Il principe Harry ritratto durante una missione nella provincia di Helmand. REUTERS/John Stillwell/Pool (AFGHANISTAN)</p>