G8, documento su clima evidenzia differenze fra paesi

martedì 8 luglio 2008 17:46
 

di Tabassum Zakaria e William Schomberg

TOYAKO, Giappone (Reuters) - Nel tentativo di mediare evidenti differenze di opinioni, le nazioni del G8 si sono impegnate oggi a raggiungere l'obiettivo di dimezzare le emissioni di gas serra entro il 2050 sottolineando, però, le difficoltà di centrarlo nel caso in cui si trovassero a lavorare da sole a questo scopo.

Secondo un comunicato pubblicato durante il vertice tenuto nel nord del Giappone, i leader dei G8 si sono accordati sulla necessità di fissare una serie di obiettivi intermedi per raggiungere lo "scopo comune" entro il 2050, ma non hanno fissato alcuna meta numerica.

Il fatto di aver menzionato gli obiettivi intermedi può essere considerato un progresso rispetto alla promessa fatta l'anno scorso dai G8 di "prendere seriamente in considerazione" l'obiettivo finale di dimezzare le emissioni nocive entro la metà del secolo. Ma la richiesta implicita di chiedere anche i paesi che partecipano alle negoziazioni sul cambiamento climatico organizzate dall'Onu di impegnarsi ad adottare l'obiettivo del 2050, è una condizione che soddisfa gli Stati Uniti, che non vogliono accettare target vincolanti se India e Cina non garantiranno di fare altrettanto.

Molte voci critiche al di fuori da quelle dei paesi membri del G8 si sono unite nel condannare l'accordo. Gli ambientalisti del Wwf sostengono che i leader abbiano eluso le loro responsabilità.

"I G8 sono responsabili per il 62% dell'anidride carbonica accumulata nell'atmosfera terrestre, il che li rende i principali colpevoli per il cambiamento climatico", si legge in un comunicato pubblicato dal Wwf. "E' patetico che ancora tentino di nascondere le loro responsabilità", aggiunge l'organizzazione ambientalista.

Le negoziazioni organizzate dalle Nazioni Unite mirano a creare le basi per il dopo Kyoto, che scadrà nel 2012, e si concluderanno a Copenhagen nel dicembre 2009.

CIBO E CARBURANTI

Il riscaldamento della Terra si intreccia con altri grandi temi come quello dell'aumento globale dei prezzi del cibo e dei carburanti che sono presenti nell'agenda dei lavori del summit.   Continua...

 
<p>Il leader G8 piantano alcuni alberi REUTERS/Jim Young</p>