Milioni di cinesi festeggiano al buio il capodanno lunare

mercoledì 6 febbraio 2008 08:57
 

di Chris Buckley

TONGREN, Cina (Reuters) - Milioni di cinesi hanno cominciato al buio la più importante vacanza dell'anno dopo più di una settimana di freddo eccezionale che ha parzialmente bloccato il paese anche se la maggior parte di viaggiatori è ormai riuscita a trovare un modo per raggiungere la propria famiglia.

Alcune decine di persone sono rimaste vittime di incidenti causati dalle forti nevicate che hanno preceduto il capodanno lunare, che tradizionalmente porta ad uno dei più grandi esodi della Cina, reso ancor più caotico quest'anno dal più rigido inverno registrato negli ultimi cent'anni nel sud, nel centro e nell'oriente del paese.

Intere città sono rimaste senza elettricità e acqua per più di una settimana e 11 elettricisti sono morti cercando di riparare le linee interrotte dal gelo.

Animali e raccolti sono andati distrutti.

Chenzhou, la città più colpita della provincia centrale dell'Hunan, oggi si è svegliata senza energia elettrica per il 12esimo giorno consecutivo.

Circa 1000 tralicci dell'elettricità sono caduti sotto il peso del ghiaccio e della neve, distruggendo gran parte della rete elettrica locale, secondo quanto riportato dall'agenzia Xinhua.

"Gli abitanti di Chenzhou devono comprare carbone per riscaldarsi, con il risultato che il suo prezzo è salito alle stelle", riporta l'agenzia stampa.

In tutto il paese, oltre 170 contee su 2000 hanno sofferto interruzioni nella fornitura di elettricità. Ma ieri sera, in 131 di queste contee il problema è stato risolto.

L'aumento dei prezzi del carbone, delle verdure, del riso e del maiale hanno parzialmente limitato i tradizionali banchetti organizzati per il capodanno lunare. Almeno gli enormi ingorghi e le code di attesa per i mezzi pubblici di cinesi che cercavano di raggiungere le proprie famiglie per la festività sono quasi internamente scomparse e nella maggior parte dei casi la gente ha potuto raggiungere i propri cari.

 
<p>Un palo dell'elettricit&agrave; nel ghiaccio vicino a Pingshi, nella provincia di Guangdong. REUTERS/Bobby Yip</p>