Corona condannato a 1 anno e 6 mesi per banconote false

mercoledì 5 marzo 2008 16:40
 

MILANO (Reuters) - L'agente fotografico Fabrizio Corona ha patteggiato oggi una pena di un anno e sei mesi davanti al tribunale di Orvieto che lo ha condannato per detenzione e spendita di denaro falso, secondo quanto riferito dal suo legale.

"Siamo soddisfatti. E' un compromesso che ridà la libertà ai nostri assistiti", ha detto al telefono l'avvocato Francesco Strano Tagliareni.

Essendo la pena inferiore ai due anni, i giudici hanno infatti concesso a Corona la sospensione della pena e hanno disposto la sua scarcerazione.

Insieme a Corona, arrestato due giorni fa dopo aver pagato un pieno di benzina con delle banconote false, ha patteggiato a un anno e quattro mesi anche Tiziano Bruno, uno delle due persone che si trovavano a bordo dell'auto dell'agente fotografico al momento del fermo.

Per il terzo passeggero, Fabio Fassinelli, secondo l'avvocato Strano il tribunale ha invece dichiarato la mancanza di indizi e si appresta al proscioglimento, che sarà formalizzato nella prossima udienza.

Nel corso di una perquisizione disposta dalla procura di Orvieto, nell'appartamento milanese di Corona sono state rinvenute altre banconote false e una pistola di piccolo calibro non denunciata della quale, secondo Stano, si occuperà la procura meneghina.

L'agente fotografico la scorsa settimana è stato rinviato a giudizio nell'inchiesta su un presunto giro di estorsioni ai danni di celebrità.