Universal estende suo dominio su mercato musica, dice studio

venerdì 4 aprile 2008 10:01
 

di Kate Holton

LONDRA (Reuters) - Amy Winehouse e Mika hanno aiutato Universal Music ad estendere nel 2007 il suo dominio sul mercato musicale, portando quasi il 30% del settore sotto il controllo della casa discografica, secondo uno studio appena pubblicato.

Il mercato globale della musica è composto da migliaia di etichette indipendenti e quattro grandi gruppi principali -- Universal, Sony BMG, Warner e Emi --, e tutti sono stati colpiti dall'avvento del digitale e dalla conseguente espansione della pirateria.

Secondo uno studio intitolato Music & Copyright e prodotto da Informa Telecoms and Media, Universal è però riuscita a dominare il mercato della musica nel 2007.

La fetta di mercato conquistata dalla casa discografica nel settore della musica registrata è cresciuta di oltre il 3%, passando dal 25,7% del 2006 al 28,8% del 2007. Sony BMG è seconda con il 20,1% davanti a Warner, che ha il 14,4%, e a Emi, che si è attestata al 10,9%.

"Qualsiasi speranza che le vendite digitali possano compensare nel giro di poco il calo delle vendite di dischi è tramontata", ha detto Simon Dyson, capo-analista del mercato musicale per Informa. "Siamo nel mezzo di un grande cambiamento, che alla fine potrebbe portare l'industria musicale a valere molto meno di quanto non valeva solo dieci anni fa", ha aggiunto l'esperto.

 
<p>Amy Winehouse mentre si esibisce ai Brit Awards a Londra. REUTERS/Alessia Pierdomenico (BRITAIN)</p>