Cina indaga su latte in polvere per bimbi che si teme velenoso

giovedì 11 settembre 2008 13:07
 

PECHINO (Reuters) - La Cina sta indagando sulla possibile connessione fra una marca di latte in polvere, la morte di un neonato e il fatto che decine di altri bambini cibati con lo stesso prodotto hanno sviluppato calcoli ai reni.

I dottori di un ospedale della provincia nordoccidentale di Gansu, secondo l'agenzia Xinhua, ieri hanno detto che "del falso latte in polvere" potrebbe essere alla base di 14 casi di calcoli renali riscontrati in neonati sotto gli 11 mesi.

Da quando è apparsa la notizia, la Xinhua ha riportato un'ondata di casi simili che hanno cominciato ad emergere in tutto il resto del paese.

Il caso ricorda un altro scandalo di latte in polvere avvelenato che quattro anni fa costò la vita a 13 neonati.

Secondo Xinhua, i genitori dei bambini malati, che vivono prevalentemente in aree molto povere della Cina, hanno detto di aver comprato il latte in polvere a prezzi particolarmente bassi.

Investigatori e esperti sanitari stanno ora indagando se i bambini hanno veramente bevuto lo stesso latte della marca "Sanlu", e ne hanno inviato alcuni campioni ai laboratori per testarne la composizione.

Un portavoce della società che produce il latte, la Sanlu Group, ha detto che la polvere potrebbe essere stata contraffatta.

La società, ha detto il portavoce a Xinhua, sta conducendo i suoi test sul latte e ha impiegato "oltre 1.000 dipendenti" per condurre ulteriori indagini in tutta la Cina.

 
<p>Degli ispettori cinesi controllano confezioni di latte in polvere in un supermercato. REUTERS/China Photos</p>